• 14 Giugno 2024 5:53

Clinica della Coppia

Che l'amore è tutto è tutto quello che sappiamo dell'amore. Emily Dickinson

Una insana passione – Consulenza online

Una insana passione – Consulenza online

Dr. Giuliana Proietti Consulenza online

CONSULENZA ON LINE
A cura di:
Dr. Giuliana Proietti
Psicoterapeuta Sessuologa
Tel. 347 0375949
www.giulianaproietti.it

 

Siamo sposati da 43 anni, il nostro matrimonio è felice e pieno di soddisfazioni sotto tutti i punti di vista, compreso quello sessuale, anche se ultimamente c’è qualche limite come più avanti spiegherò. Ho sempre nutrito molta attrazione per la trasgressione sessuale nonostante mia moglie sia da sempre molto disponibile e disinibita nei rapporti, felice di soddisfare qualsiasi mia voglia o proposta, ovviamente tutto ciò avviene, da sempre, anche da parte mia. Ciò nonostante, sin dai primi anni di matrimonio, ho cominciato a frequentare prostitute che prima di sposarmi, forse, non vedevo neanche, questa frequentazione è durata una ventina d’ anni, ora il mondo della prostituzione mi attrae sempre ma penso che non riuscirei ad avere rapporti con prostitute. 
Anni fa ho cominciato ad avere molta attrazione nei confronti dell’esibizionismo e voyuerismo e sono nate in me nuove fantasie e desideri, come per esempio la passione per l’intimo usato di mia moglie, quella di voler sentire i suoi odori intimi al naturale: in sostanza le chiedevo di non lavarsi prima dei rapporti o il desiderio di flatulenza da parte sua durante la penetrazione da dietro, anche in questo lei cercava di assecondarmi sempre. Ancora quando facevo sesso con lei la immaginavo tra le braccia di un altro e nei momenti di massima eccitazione riuscivo anche a rivelarglielo, adesso, addirittura, le dico che mi piacerebbe guardarla mentre è con altri uomini e che io stesso potrei organizzarle degli incontri solo se lei acconsentisse, ma in questo lei è irremovibile, lo rifiuta. Più recentemente sono stato attratto dal desiderio di mostrarla nell’intimità, a sua insaputa e questa passione mi attanaglia ancora oggi: ultimamente su un sito di incontri ho trovato persone che mi chiedevano di poter “guardare” e purtroppo non ho saputo resistere alla tentazione: a volte, infatti, ho effettuato delle riprese in diretta, sempre all’insaputa di lei e sapere che dall’altra parte c’era qualcuno che ci guardava mi eccitava tantissimo. Dopo, però, puntualmente, mi sentivo un traditore, un’approfittatore, un verme, ma dopo qualche giorno l’insana passione ritornava e il ciclo rincominciava. 
Non ho ancora parlato di una questione che io ritengo fondamentale: qualche anno fa mi sono sottoposto a prostatectomia radicale e da allora soffro di disfunzione erettile. Questo non mi impedisce di avere rapporti in quanto riesco a raggiungere l’orgasmo ma da allora non mi è più possibile la penetrazione. Probabilmente questa mia patologia è strettamente collegata alle mie insane passioni che ormai  definisco una dipendenza bella e buona, che non riesco a superare; ogni volta che mia moglie mi chiede di stare insieme il mio primo pensiero è consultare il sito per prendere accordi con uomini disposti a spiarci e puntualmente ce ne sono, io li capisco perché, come dicevo, anche a me piace guardare.  
Mi chiedo se c’è una strada per liberarmi da tutto ciò, so che dovrei sottopormi a terapia ma non mi decido, un po’ per mancanza di tempo e un po’ per vergogna.
Vorrei gentilmente conoscere la vostra opinione e conseguenti consigli.
Grazie ancora, cordiali saluti.

Gentilissimo,

Premetto che eviterò deliberatamente di esprimere giudizi morali, in quanto la mia professione richiede un giudizio oggettivo, laico e rispettoso della persona che si rivolge a me.

Devo dirle tuttavia che a mio avviso ciò che lei sta facendo è gravissimo. Come lei può immaginare infatti, le persone che vi guardano possono registrare i video e renderli virali. Ciò significa, in altre parole, che possono essere guardati ovunque e da chiunque.

La cosa grave sta nel fatto che sua moglie non è consapevole di ciò che sta accadendo e che, visto che lei lo sta facendo di nascosto (nonostante l’apertura mentale che sua moglie mostra di avere sulla sessualità), molto probabilmente sarebbe contraria, così come è contraria ad incontrare altri uomini.

A mio avviso questi comportamenti possono avere anche un risvolto penale ma, al di là di questo, ogni volta che lei cede a questa “insana passione”, come lei stesso la definisce, aggrava il problema.

Per questa ragione io le suggerirei di superare la sua vergogna: un bravo professionista, come le ho detto, non si permetterebbe di giudicarla sul piano morale. Si confidi dunque con uno psico-sessuologo di sua fiducia e si sottoponga al più presto ad una psicoterapia, volta a curare questo disturbo della personalità, che ha dei risvolti ossessivo-compulsivi.

Sarebbe anche il caso di chiudere i rapporti con questo sito e verificare, per quel poco che è possibile, l’eventuale diffusione online dei vostri incontri.

Quanto a sua moglie, qui non si tratta di confidare un semplice tradimento sessuale, ma un tradimento che riguarda anche la persona di lei. Come le dicevo, è una cosa molto seria e pertanto una eventuale confessione, (valuti lei), dovrà essere fatta preferibilmente all’interno di una terapia di coppia.

Le auguro di risolvere al più presto.

Cordialmente,
Dr. Giuliana Proietti


Problemi di coppia? Chiamaci


LGBT friendly

Immagine:
Pexels

Di Dr. Giuliana Proietti

Psicologa Psicoterapeuta Sessuologa di Ancona ● Attività libero professionale, prevalentemente online ● Saggista e Blogger ● Collaborazioni professionali ed elaborazione di test per quotidiani e periodici a diffusione nazionale ● Conduzione seminari di sviluppo personale ● Attività di formazione ed alta formazione presso Enti privati e pubblici ● Co-fondatrice dei Siti www.psicolinea.it, www.clinicadellacoppia.it, www.clinicadellatimidezza.it e delle attività loro collegate, sul trattamento dell’ansia, della timidezza e delle fobie sociali e del loro legame con la sessualità. Sito personale: www.giulianaproietti.it La Dr.ssa Giuliana Proietti presta la sua attività professionale su Clinica della Coppia come Direttrice Scientifica e Terapeuta Senior.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *