• 19 Maggio 2024 17:26

Clinica della Coppia

Che l'amore è tutto è tutto quello che sappiamo dell'amore. Emily Dickinson

Un rapporto a sua insaputa – Consulenza online

rapporto

Un rapporto a sua insaputa – Consulenza online

Dr. Giuliana Proietti Consulenza online

CONSULENZA ON LINE
A cura di:
Dr. Giuliana Proietti
Psicoterapeuta Sessuologa
Tel. 347 0375949
www.giulianaproietti.it

 

Vorrei chiederLe una consulenza o meglio un consiglio in merito ad un fatto che definirei particolarmente curioso avvenuto tra me e il mio ragazzo. Premettendo che la nostra relazione va avanti da circa sei mesi, che
abbiamo la stessa età e che abbiamo rapporti regolari non riesco proprio a spiegarmi un preciso comportamento del mio lui.

Dopo poco dalla nostra conoscenza io e lui ci siamo messi insieme e abbiamo avuto il nostro primo rapporto sessuale a distanza di un mese scarso. Passati due mesi è iniziata una sorta di convivenza che ha portato il nostro rapporto a svilupparsi molto velocemente e dopo vari litigi siamo riusciti a stabilizzarci e ormai siamo molto complici,
andiamo d’accordo, ci rispettiamo e ci piace molto stare l’uno con l’altra. Il desiderio sessuale non manca mai e quasi sempre viene assecondato. Non direi che il nostro modo di stare insieme sia monotono anche perchè ci riusciamo sempre a soddisfare e proviamo sempre cose abbastanza diverse.

Da poco il mio ragazzo ha iniziato un nuovo lavoro che lo tiene occupato fino a tardi, si ritira verso 23:30. Io vorrei sempre aspettarlo fino al suo ritorno per poter scambiare alcune parole sulla giornata e per vederlo, tuttavia non sempre mi è possibile a causa di stanchezza anche da parte mia che frequentando l’ultimo anno di  liceo devo continuamente giostrarmi tra studio e altre attività.

L’altra sera verso mezzanotte è tornato il mio ragazzo ma io ero addormentata da un bel po’, così lui mi ha svegliata e ha iniziato a parlarmi di qualcosa che non sono riuscita neanche a sentire perchè troppo assonata e l’ultima cosa che ricordo è lui che si infila nel letto e mi abbraccia da dietro. Non so dire dopo quanto ma mi sono  svegliata sentendo che fondamentalmente lui mi stava penetrando e aveva raggiunto l’orgasmo. Solo allora divento cosciente e guardando l’orologio realizzo che sono le 2 di notte.

La mattina seguente parlando con il mio ragazzo capiamo che effettivamente anche lui nel momento del rapporto era incosciente, o  meglio, mi ha abbassato i vestiti e penetrata nel sonno e solo dopo ha realizzato quello che stava facendo.

Ci tengo a precisare che anche altre volte al suo ritorno il mio ragazzo ha tentato di avere un rapporto ma capendo il mio rifiuto ha lasciato perdere. Quindi non penso proprio sia qualcosa fatto di proposito per soddisfare un desiderio personale.

Vorrei capire se questo atto a livello psicologico ha un particolare significato e come dovrei comportarmi nei confronti del mio ragazzo ?  Mi sento strana perchè alla fine ho avuto un rapporto mentre non ero cosciente che stesse accadendo.

Spero mi possa capire e grazie per l’aiuto.

A17

Gentilissima,

In letteratura sono stati evidenziati casi di sexsomnia o sleep sex, in cui un soggetto può praticare la masturbazione, o atti sessuali, con altri soggetti, senza poi ricordare di averlo fatto, ma si tratta di casi estremamente rari.

Sarei più propensa a pensare che il suo ragazzo si sia addormentato eccitato e che si sia svegliato durante il sonno con lei accanto. Sapendo che, se l’avesse svegliata, lei avrebbe opposto un rifiuto, è probabile che il suo ragazzo si sia lasciato trasportare da fantasie erotiche che lo hanno portato alla penetrazione.

Credo che la cosa importante a questo punto sia quella di capire se queste situazioni si ripetono e, soprattutto, se il suo ragazzo si sente insoddisfatto relativamente alla frequenza dei vostri rapporti sessuali (può darsi che per lei la frequenza sia soddisfacente, ma non sia così per lui: in genere le incomprensioni sul piano sessuale nella coppia derivano da questa differente percezione).

La inviterei dunque a parlarne apertamente con lui, anche per mantenere aperta la comunicazione sulla sessualità.

Qualora però questi fatti dovessero ripetersi, credo che lei dovrebbe cercare di approfondire: se si tratta di un disturbo del sonno, esso può trovare opportuna cura, se si tratta di una molestia su una persona inconsapevole, per quanto affettivamente vicina, occorrerà pretendere un maggiore rispetto.

Saluti cordiali.

Dr. Giuliana Proietti


Problemi di coppia? Chiamaci

 

La Terapia di Coppia?
Un regalo perfetto!

Buono Terapia

INIZIATE UNA TERAPIA DI COPPIA CON NOI


  • Lo psicologo Junior (Jr.) è psicoterapeuta sessuologo (in formazione), iscritto all'Albo degli Psicologi da meno di 4 anni.

  • Lo psicologo Senior (Sr.) è psicoterapeuta sessuologo completamente formato, con almeno 10 anni di esperienza clinica.

♥ Per Info e Appuntamenti:

informazioni@clinicadellacoppia.it

Per informazioni più veloci,
usare il pulsante Whatsapp, 
in basso a sinistra, nell'HomePage.

Immagine
Pexels

Di Dr. Giuliana Proietti

Psicologa Psicoterapeuta Sessuologa di Ancona ● Attività libero professionale, prevalentemente online ● Saggista e Blogger ● Collaborazioni professionali ed elaborazione di test per quotidiani e periodici a diffusione nazionale ● Conduzione seminari di sviluppo personale ● Attività di formazione ed alta formazione presso Enti privati e pubblici ● Co-fondatrice dei Siti www.psicolinea.it, www.clinicadellacoppia.it, www.clinicadellatimidezza.it e delle attività loro collegate, sul trattamento dell’ansia, della timidezza e delle fobie sociali e del loro legame con la sessualità. Sito personale: www.giulianaproietti.it La Dr.ssa Giuliana Proietti presta la sua attività professionale su Clinica della Coppia come Direttrice Scientifica e Terapeuta Senior.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *