• 14 Giugno 2024 6:52

Clinica della Coppia

Che l'amore è tutto è tutto quello che sappiamo dell'amore. Emily Dickinson

Libido insoddisfatta – Consulenza online

Libido insoddisfatta – Consulenza online

Dr. Walter La Gatta Consulenza online

CONSULENZA ON LINE
A cura di:
Dr. Walter La Gatta
Psicoterapeuta Sessuologo
ONLINE, VIA SKYPE – WHATSAPP
Tel. 348 3314908

Salve, ho 36 anni ed ho sempre avuto una vita sessuale piuttosto attiva, in cui preferisco avere un ruolo “passivo”, anche se non disdegno qualche inversione dei ruoli.
Da un anno e mezzo sto con un uomo di 39 anni, che dice di aver avuto anche lui diverse storie prima del nostro incontro. Ci unisce un sentimento profondo, e vorremmo costruire una famiglia insieme, ma abbiamo problemi sessuali che sembrano peggiorare col passare del tempo.
La premessa è che lui è piuttosto in sovrappeso (circa 110 kg per 1,80 m), ha problemi di pressione e soffre anche di ansia, per la quale prende degli psicofarmaci leggeri.

Per tutti questi motivi non mi sono troppo stupita quando è successo che non riuscisse a “concludere”, ma ormai questa sta diventando la norma, ed io non so come comportarmi. Ne abbiamo parlato diverse volte, concordando sulla necessità che lui dimagrisca per migliorare
le proprie prestazioni (e la sua salute), e si sta impegnando molto in questo senso, seppure con risultati non proprio immediati. Io d’altra parte gli ho ribadito che gli resterò accanto nonostante tutto, e che non deve sentirsi sotto pressione.

D’altro canto, non credo sia il caso di insistere troppo sull’argomento, perché la cosa lo mette a disagio e non fa altro che aumentare la sua ansia, per cui succede che ne parliamo sempre meno, e soprattutto lo facciamo sempre meno. Io non lo cerco troppo perché non
voglio fargli pressione, e lui non mi cerca perché ha paura di fallire…

Di fatto, le rare volte in cui lo facciamo, devo essere io ad avere un ruolo più attivo, perché altrimenti lui non osa farsi avanti. Io invece vorrei che mi dominasse, e finisce sempre che mi stanco di  “guidare” e faccio in modo di arrivare all’orgasmo il prima possibile, se ci arrivo. Lui ci arriva sempre più raramente, con mio enorme dispiacere.

Il risultato di questa situazione è che mi ritrovo sempre più spesso a fantasticare di tradirlo, ed ho paura che prima o poi potrebbe succedere davvero, per cui vorrei assolutamente trovare una soluzione prima di mettere a rischio un rapporto così importante per via di una libido insoddisfatta!

Cosa mi suggerite?
Grazie fin d’ora per i consigli.

A17

Gentilissima,

Intanto noto fra le righe che lei nutre qualche dubbio sulla effettiva passata esperienza sessuale del suo ragazzo: in effetti, se non ci fosse, questo potrebbe spiegare la sua ansia da prestazione quando si trova a rapportarsi sessualmente con una donna molto più esperta di lui (ed anche la preferenza ad essere “guidato” nel rapporto).

Tuttavia, anche se l’esperienza con altre donne vi fosse stata, non tutte le donne sono uguali e il senso di inadeguatezza potrebbe insorgere nel suo compagno per la semplice paura di fallire e di perdere una persona da lui particolarmente ammirata ed apprezzata (se la persona fosse insignificante o poco interessante per lui, probabilmente l’ansia da prestazione sarebbe minore).

Sicuramente il peso e l’assunzione di psicofarmaci non aiutano nel migliorare la sua prestazione sessuale.

Che fare? Per affrontare il problema in modo lieve e indiretto, lei potrebbe consigliargli di evitare di prendere psicofarmaci, per quanto leggeri, visto che esistono tecniche di rilassamento efficaci che possono sostituirli, e queste tecniche si apprendono in una terapia individuale.

Così, parlando di salute psicologica e non affrontando gli argomenti-tabù peso e sesso, lei potrebbe indirizzarlo da un terapeuta, preferibilmente sessuologo, il quale non potrà che entrare nell’area sessuale per rinforzare la sua autostima e renderlo più attivo e propositivo.

Consideri però che il primo campanello d’allarme per quanto riguarda la salute sessuale è quello della diminuzione drastica dei rapporti e della mancanza di comunicazione su questi temi.

Quando riuscirete, parlando, a rendere oggettivo il fatto che state avendo un problema sessuale, questo sarà il momento giusto per iniziare una terapia di coppia.

Cordiali saluti,

Dr. Walter La Gatta


Ipnosi clinica

 

Intervista su Eiaculazione Precoce


La Terapia di Coppia?
Un regalo perfetto!

Buono Terapia

INIZIATE UNA TERAPIA DI COPPIA CON NOI


  • Lo psicologo Junior (Jr.) è psicoterapeuta sessuologo (in formazione), iscritto all'Albo degli Psicologi da meno di 4 anni.

  • Lo psicologo Senior (Sr.) è psicoterapeuta sessuologo completamente formato, con almeno 10 anni di esperienza clinica.

♥ Per Info e Appuntamenti:

informazioni@clinicadellacoppia.it

Per informazioni più veloci,
usare il pulsante Whatsapp, 
in basso a sinistra, nell'HomePage.

Immagine

Unsplash

Di Dr. Walter La Gatta

PSICOLOGO-PSICOTERAPEUTA SESSUOLOGO di Ancona - Psicoterapie individuali e di coppia online - Sessuologia (Sessuologia Clinica, individuale e di coppia) - Tecniche di rilassamento e Ipnosi - Disturbi d’ansia, timidezza e fobie sociali Per appuntamenti: 348 – 331 4908 Sito personale: www.walterlagatta.it Altri Siti: www.psicolinea.it www.clinicadellatimidezza.it www.festivaldellacoppia.it ISCRIVITI ALLA PAGINA FACEBOOK! w.lagatta@psicolinea.it Tel. 348 3314908 Il Dr. Walter La Gatta presta la sua attività professionale su Clinica della Coppia come Direttore Scientifico e Terapeuta Senior.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *