• 19 Maggio 2024 17:58

Clinica della Coppia

Che l'amore è tutto è tutto quello che sappiamo dell'amore. Emily Dickinson

Sex toys: un business in grande ascesa

Sex toys: un business in grande ascesa

Terapie Online Giuliana Proietti


Uno studio britannico ha scoperto che, nei prossimi 10 anni, la vendita dei sex toys raggiungerà quella degli smartphone, per un importo di 400 milioni di sterline, a livello globale.

Secondo lo Women, Sex and Shopping report dell’Hewson Group, vi è oggi una generale maggiore accettazione del sesso – a causa soprattutto delle celebrità che parlano pubblicamente della loro vita sessuale. Per questo il mercato dei “prodotti per il piacere” è pronto ad esplodere.

I risultati hanno anche svelato che più del 40 per cento delle donne britanniche guarda siti porno online e che le donne hanno un forte interesse ad acquistare prodotti progettati per migliorare la loro vita sessuale.

A32/A11

Lo studio, come riportato sul Daily Mail, è basato su un sondaggio condotto su 700 donne, oltre a un secondo gruppo, composto da clienti di cinque sexy shop gestiti da donne.

I sex toys potrebbero essere venduti insieme a capi di biancheria intima. I marchi di design e persino le catene di gioielleria potrebbero saltare su questo cavallo vincente, per la fabbricazione di propri prodotti.

“Pensiamo che entro il 2020-2025 oltre 400 milioni di persone avranno acquistato un giocattolo del sesso. Questa cifra equivale a quella degli smartphone venduti ogni anno ” hanno detto i ricercatori.

Al momento si stima che nel Regno Unito si vendano ogni anno quasi 4 milioni di sex toys.


TERAPIE SESSUALI - CLINICA DELLA COPPIA

Hewson si aspetta che il mercato globale cresca da 9 miliardi di dollari all’anno a 65 miliardi di dollari entro il 2020.

“Ciò di cui possiamo essere certi è che circa il 35-40 per cento delle donne di età compresa fra i 18 ed i 65 anni nel Regno Unito utilizza un sex toy e che il 40 per cento (o più) delle donne sotto i 30 anni usa regolarmente la pornografia online“.

Il rapporto osserva che i nuovi dati riflettono un trend iniziato negli anni Settanta e che il settore è stato frenato in passato dall’associazione che veniva fatta fra sex toys e industria pornografica, un settore tradizionalmente dedicato agli uomini.

Ciò che da allora è cambiato è che le donne oggi sono più potenti in casa e nei luoghi di lavoro, hanno redditi più alti, e potrebbero spendere più di 300 dollari l’anno in questo settore del mercato.

“Trenta anni fa le cose andavano diversamente: la maggiore diffusione del sex toy dovrebbe ora cambiare il suo status di ‘piccolo, sporco segreto’ e arrivare ad essere considerato uno strumento importante per la vita di milioni di donne”, dice lo studio.


Le relazioni felici Clinica della Coppia

La relazione afferma che oltre il 60 per cento delle donne pensa che acquistare un giocattolo del sesso sia ”emozionante”. L’erotico, il cattivo, il proibito e forse anche un po’ il sordido sono elementi che hanno un loro fascino”.

Le donne di oggi controllano la loro sessualità in un modo mai visto prima nella storia, secondo la relazione, la quale sostiene anche che “i giocattoli del sesso e i prodotti per il piacere diventeranno espressione di questa emancipazione.”

Nel report si dice anche che l’uso femminile del porno non è dissimile da quello maschile e che il sesso associato con l’amore o la relazione (generalmente prediletto dalle donne) è qualcosa che ormai appartiene al passato.

L’approvazione, da parte di personaggi famosi, dei giocattoli del sesso (Teri Hatcher, Eva Longoria e Halle Berry) è servita per sdoganare tale consumo tra il pubblico femminile. I ricercatori dunque credono che vi sia una grande opportunità commerciale, per chi vende questi oggetti nei negozi tradizionali, oppure online, specialmente se si vendono oggetti di gusto e di buone marche.

Lo studio sottolinea inoltre il successo di catene di lingerie di lusso come Agent Provocateur e di piccoli outlets come Coco de Mer e Sh! Women’s Erotic Emporium.

Ci si aspetta che entro il 2015 sia possibile stabilire un legame tra lingerie, profumi, moda e prodotti erotici. Qualsiasi grande magazzino che vende lingerie potrebbe introdurre questi oggetti del piacere, in modo discreto e seducente”.

Fonte:

U.K. Study: Sex Toys Will Match Smartphone Sales, Xbiz

Mah! Pensatela come volete, sarà pure una forma di affermazione della sessualità femminile, ma per me l’industria della bellezza ha colpito ancora, e anche questa volta le donne ci sono semplicemente cascate…

Dr. Giuliana Proietti


Problemi di coppia? Chiamaci

Immagine:

Pexels

Links:

Women sex and shopping report order form july (pdf)

Beauty Pressure (video)


LGBT friendly
La Dr.ssa Giuliana Proietti presta la sua attività professionale su Clinica della Coppia
come Direttrice Scientifica e Terapeuta Senior

Di Dr. Giuliana Proietti

Psicologa Psicoterapeuta Sessuologa di Ancona ● Attività libero professionale, prevalentemente online ● Saggista e Blogger ● Collaborazioni professionali ed elaborazione di test per quotidiani e periodici a diffusione nazionale ● Conduzione seminari di sviluppo personale ● Attività di formazione ed alta formazione presso Enti privati e pubblici ● Co-fondatrice dei Siti www.psicolinea.it, www.clinicadellacoppia.it, www.clinicadellatimidezza.it e delle attività loro collegate, sul trattamento dell’ansia, della timidezza e delle fobie sociali e del loro legame con la sessualità. Sito personale: www.giulianaproietti.it La Dr.ssa Giuliana Proietti presta la sua attività professionale su Clinica della Coppia come Direttrice Scientifica e Terapeuta Senior.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *