• 24 Maggio 2024 23:06

Clinica della Coppia

Che l'amore è tutto è tutto quello che sappiamo dell'amore. Emily Dickinson

Nuova fase della vita

Nuova fase della vita – Consulenza online

Dr. Giuliana Proietti Consulenza online

CONSULENZA ON LINE
A cura di:
Dr. Giuliana Proietti
Psicoterapeuta Sessuologa
Tel. 347 0375949
www.giulianaproietti.it

 

Buonasera, sono una ragazza di 28 anni e ho una relazione da 10 anni. Con il mio ragazzo abbiamo vissuto tutte le fasi importanti della vita fino a qui: università, ricerca del lavoro, indipendenza economica e convivenza da poco più di un anno.

Da qualche mese però non sto vivendo bene la mia relazione di coppia….è iniziato tutto da un calo del desiderio per passare poi a un vero e proprio malessere, angoscia in generale.

La mia più grande paura in merito alla relazione è quella di cadere nell’abitudine e, in una relazione di lunga data unita alla convivenza e alla vita di tutti i giorni irrimediabilmente non può non sopraggiungere. Probabilmente è questa evoluzione della nostra storia che io non riesco a saper gestire e a trasformare in qualcosa di sempre nuovo e meraviglioso.

Io ci sto davvero male perché in lui davvero ho trovato la metà che mi completa, è la mia ancora, il mio amico, ho paura anche solo a pensare “il mio tutto” perché so che se lo dovessi perdere mi sentirei persa a mia volta. Quali potrebbero essere i consigli per poter affrontare questa nuova fase della vita?

a14

Gentilissima,

L’innamoramento, presente nei primi tempi del rapporto, è una cosa in gran parte irrazionale, e dunque è difficile parlarne con i consueti schemi della logica; la fase matura dell’amore, invece, è qualcosa di molto più razionale, e dunque più facilmente gestibile, perché la realtà può essere guardata senza filtri, senza illusioni, per quello che è.

Facciamo una necessaria premessa al ragionamento: la maggior parte delle specie animali, che non hanno leggi scritte, religioni e moralità, praticano il libero amore, cioè esprimono l’istinto naturale all’accoppiamento. Gli esseri umani non possono fare questo, perché hanno creato delle società organizzate, fondate sulla famiglia e soprattutto su alcuni valori: tutto quello che esula da questo schema è deviante, inaccettabile per la società. Questa situazione di rinuncia porta, inevitabilmente, a delle frustrazioni, che causano problematiche di tipo psicologico. Se le interessa approfondire questo concetto, che qui le ho brevemente delineato, legga il saggio di Freud Il Disagio nella civiltà. 

Detto questo, una coppia di lunga durata è sicuramente una coppia in cui si accumulano frustrazioni: calo del desiderio, scarsità di entusiasmi, niente batticuori, routine, tran-tran, noia.

L’alternativa a questa situazione è scegliere di vivere una vita fatta di incontri, emozioni, innamoramenti, sesso spinto. Poiché statisticamente una stessa persona può interessarci, a livello di passione o di innamoramento, per meno di dodici mesi consecutivi, questo significa predisporsi ad avere molte storie, molte avventure, picchi di entusiasmo (in presenza dell’oggetto che soddisfa le nostre pulsioni) e picchi di depressione (nella sua assenza).

Se lei pensa di aver trovato nel suo ragazzo la metà che “la completa,  la sua ancora, il suo amico”, lei ha trovato davvero un tesoro, perché nella vita è molto facile trovare persone che facciano battere il cuore, molto meno poter condividere la vita con una persona che ha le qualità del suo ragazzo.

Dunque, con la razionalità di cui si parlava all’inizio, lei dovrebbe a questo punto smettere di essere semplicemente una testimone del naturale e graduale logorìo della fase dell’innamoramento, ma cominciare ad impegnarsi attivamente, per rendere più viva e soddisfacente questa relazione, ogni giorno, ogni momento, senza aspettarsi che, a fare questo, debba essere il Fato, o il suo ragazzo: lo faccia lei!

Naturalmente non può fare tutto da sola, ma a volte anche infondere entusiasmo nell’altro può essere un investimento produttivo anche per se stessi.

La noia non va considerata solo nella sua accezione negativa: la noia significa tranquillità, assenza del pericolo, relax. Dovete essere voi, con la vostra intelligenza, maturità, empatia a far diventare questo rapporto non solo tranquillo e corrisposto, ma anche soddisfacente,  interessante, entusiasmante. Questo significa prendere la vita nelle proprie mani e saperla abbellire a piacimento, con la propria razionalità, con la propria determinazione.

La coppia di lunga durata non è fatta di illusioni, sogni e batticuori: inutile aspettarseli.

Le consiglio di leggere il libro Come vivere bene, anche se in coppia: si parla di questi argomenti.

Cari saluti.

 

Dr. Giuliana Proietti


Problemi di coppia? Chiamaci

 


LGBT friendly
La Dr.ssa Giuliana Proietti presta la sua attività professionale su Clinica della Coppia
come Direttrice Scientifica e Terapeuta Senior

Di Dr. Giuliana Proietti

Psicologa Psicoterapeuta Sessuologa di Ancona ● Attività libero professionale, prevalentemente online ● Saggista e Blogger ● Collaborazioni professionali ed elaborazione di test per quotidiani e periodici a diffusione nazionale ● Conduzione seminari di sviluppo personale ● Attività di formazione ed alta formazione presso Enti privati e pubblici ● Co-fondatrice dei Siti www.psicolinea.it, www.clinicadellacoppia.it, www.clinicadellatimidezza.it e delle attività loro collegate, sul trattamento dell’ansia, della timidezza e delle fobie sociali e del loro legame con la sessualità. Sito personale: www.giulianaproietti.it La Dr.ssa Giuliana Proietti presta la sua attività professionale su Clinica della Coppia come Direttrice Scientifica e Terapeuta Senior.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *