• 18 Aprile 2024 20:01

Clinica della Coppia

Che l'amore è tutto è tutto quello che sappiamo dell'amore. Emily Dickinson

frequentazione

Vorrebbe una frequentazione normale – Consulenza online

Dr. Walter La Gatta Consulenza online

CONSULENZA ON LINE
A cura di:
Dr. Walter La Gatta
Psicoterapeuta Sessuologo
ONLINE, VIA SKYPE – WHATSAPP
Tel. 348 3314908

Buongiorno ho 42 anni, separata in casa e un problema con un ragazzo di 38 che frequento da un anno e mezzo. Provo un pò a riassumere sinteticamente la nostra storia. Ci siamo conosciuti in chat, fin da subito è nata una certa simpatia. Dopo tre mesi di messaggi è iniziato il contatto tel. che è durato un mese e poi ci siamo incontrati, questo a Giugno 2010. C’è stata subito attrazione ed è nato un interesse quasi immediato per entrambi, lui mi messaggiava spessissimo, e mi tel. sempre ogni due giorni, fin dalla prima uscita lui ha provato a baciarmi e ci provava, ma io avendo una situazione complicata alle spalle, avevo paura e ho fatto la preziosa (anche se lo desideravo tanto) e questo è durato ciraca tre mesi.

Comunque anche se ci provava al di là di baci e coccole non si è mai spinto più in là. Comunque poi, ha sempre continuato a cercarmi e ad uscire una volta al mese con me, solo che nelle ns. uscite successive si è limitato a fare il fidanzatino, tante coccole e baci a stampino. Dopo nove mesi questo a Marzo 2011, c’è stata un’occasione più intima, ci siamo fatti delle carezze ma lui non è andato oltre, (non aveva il profilattico e io non ho voluto – gliel’ho fatto notare e lui mi ha risposto “questa volta è andata così”). Dopo però non ci ha più provato. Lui comunque nel frattempo, visto che non stiamo insieme, dice si essere uscito anche con altre donne incontrate con la stessa modalità (in chat) e di averlo fatto. I contatti e le uscite tra noi continuano però, canche se con le stesse modalità. Ad un certo punto, a Giugno 2011 ho inziato a chiedergli spiegazioni e lui mi ha detto che ha paura, non vuole una storia seria, che gli piaccio stà bene con me, mi vuole bene, però non è innamorato (questo però non spiega il fatto che non facciamo sesso). Ad agosto mi ha chiesto di andare in vacanza con lui, ho acconsentito sperando che la situazione si sbloccasse, ma niente. Abbiamo dormito sette notti insieme, ma lui non ci ha mai provato, nemmeno a baciarmi. Io sì invece, però lui si allontanava, abbiamo fatto anche la doccia insieme, ma niente. Una sera mi sono messa un completino sexy e l’ho aspettato in camera, quando mi ha visto mi ha detto che non era serata, non stava bene ed è volevo uscire a passeggiare.Lì mi sono proprio incavolata e le ho chiesto se fosse gay. Non sò se questo l’abbia ferito nell’orgoglio tanto stà che la sera successiva ci ha provato lui, però durante i preliminari ha iniziato a dirmi che non mi percepiva, ad un certo punto mi ha chiesto di “mettermi sopra” ma idem non aveva il profilattico ed io non ho acconsentito. Abbiamo continuato a baciarci ma tutto d’un tratto si è staccato e si è allontanato dicendo che lui è un perfezionista, non le piace come lo bacio, non dovevo staccarmi e interromperlo, quando stà raggiungendo l’amplesso e che abbiamo un problema sessuale, e così si è concluso il tutto con una grossa delusione. Rientrati, a settembre non volevo più vederlo e le ho fatto capire che se le cose non cambiavano non avrei più voluto continuare questa frequentazione per me anomala. Lui sembrava impazzito, mi chiamava in continuazione, mi ha detto che non vuole perdermi, che ha capito che gli manco e che vuole stare insieme a me. La situazione però non è cambiata, solite uscite una volta al mese e niente intimità, però si è distaccato, niente più messaggini e chiama una volta alla settimana. Poi a novembre c’è stato il mio compleanno, mi ha fatto il regalo e io l’ho invitato a passare un fine settimana in montagna per festeggiare. Siamo andati, abbiamo dormito insieme due notti, abbiamo fatto la sauna nudi ma solito copione, niente baci, niente sesso ma solo tantissimi abbracci e baci a stampo. Arriva natale, mi fa il regalo le chiedo spiegazioni e mi scrive un messaggio “non è stato fatto a caso con disegnato un cuore”. Adesso io sono ritornata sull’argomento “del perchè non facciamo sesso”. Le ho anche chiesto se ha desiderio sessuale per me e ha detto sì; però mi ha risposto che si è bloccato, non ha abbastanza confidenza con me, che ci stà pensando, che lui non mi vede una zoccola da letto, mentre lui è un tipo sfrenato e ha paura di “rompermi” e comunque il fatto di sapere che ho un ex marito per casa lo frena. L’altra sera stava guidando e ha allungato una mano sotto la gonna e io d’istinto l’ho allontanato, ora mi sento presa in giro. E allora mi ha detto che non sono trasgressiva, che quello è il pepe, inutile che poi mi metto il completino sexy e gli dico che non facciamo sesso. Fatalità lui fà tutte queste cose quando siamo fuori, quando non c’è la possibilità di andare oltre ma se stiamo a letto insieme non le fà. Sempre e soltanto scuse, stà di fatto che stà facendo passare troppo tempo e oramai fà passare il desiderio anche a me. E pensare che al mare mi ha detto che doveva prendere i profilattici e di prepararmi per un inverno di fuoco! Avrei piacere di sentire un Vs. parere in proposito e se possibile avere anche qualche suggerimento sul come sbloccare al più presto la situazione, io tengo molto a lui e vorrei avere una frequentazione normale. Ringrazio anticipatamente per la gentile risposta. Buona giornata Giora

A1


Gentilissima Giora,

La sua lettera mi fa pensare che probabilmente nessuno dei due, per ragioni non chiare, desidera realmente fare sesso, oppure lui potrebbe avere dei problemi.

Nel primo caso, entrambi soffrite all’idea che l’altro non desideri avere una vita sessuale di coppia, per cui se uno dei due dà precisi segnali di interesse in tal senso, l’altro si tranquillizza e, contemporaneamente, trova una scusa per evitare la situazione; se invece uno dei due dimostra disinteresse, l’altro va in crisi, in una continua alternanza di ruoli.

La seconda ipotesi è che lui abbia dei problemi nella sfera sessuale, che gli impediscono di avere rapporti. Può trattarsi di problemi psicofisici, con un deficit erettile, che però non trova modo di confidarle. Una soluzione potrebbe essere un esplicito accordo per il quale tra voi, per un periodo abbastanza lungo, non si faccia più sesso, al fine di smorzare la tensione: sono ammesse solo coccole e tenerezze.

Se ci fosse un blocco nella sessualità, questo periodo in cui non ci sono i “doveri coniugali” potrebbe aiutarvi a guardare la sessualità in altro modo.

Cordiali saluti,

Dr. Walter La Gatta


Ipnosi clinica

Il Dr. Walter La Gatta presta la sua attività professionale su Clinica della Coppia
come Direttore Scientifico e Terapeuta Senior

Immagine:

Wikimedia

La Terapia di Coppia?
Un regalo perfetto!

Buono Terapia

INIZIATE UNA TERAPIA DI COPPIA CON NOI


  • Lo psicologo Junior (Jr.) è psicoterapeuta sessuologo (in formazione), iscritto all'Albo degli Psicologi da meno di 4 anni.

  • Lo psicologo Senior (Sr.) è psicoterapeuta sessuologo completamente formato, con almeno 10 anni di esperienza clinica.

♥ Per Info e Appuntamenti:

informazioni@clinicadellacoppia.it

Per informazioni più veloci,
usare il pulsante Whatsapp, 
in basso a sinistra, nell'HomePage.

Di Dr. Walter La Gatta

PSICOLOGO-PSICOTERAPEUTA SESSUOLOGO di Ancona - Psicoterapie individuali e di coppia online - Sessuologia (Sessuologia Clinica, individuale e di coppia) - Tecniche di rilassamento e Ipnosi - Disturbi d’ansia, timidezza e fobie sociali Per appuntamenti: 348 – 331 4908 Sito personale: www.walterlagatta.it Altri Siti: www.psicolinea.it www.clinicadellatimidezza.it www.festivaldellacoppia.it ISCRIVITI ALLA PAGINA FACEBOOK! w.lagatta@psicolinea.it Tel. 348 3314908 Il Dr. Walter La Gatta presta la sua attività professionale su Clinica della Coppia come Direttore Scientifico e Terapeuta Senior.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *