La ricerca del partner online

La ricerca del partner online

La ricerca del partner online

Un rapporto di Pew Internet e American Life Project ha dimostrato che nel 2004 i siti di incontri online hanno fruttato 470 milioni di dollari  (nel 2001 erano stati spesi in questo settore 40 milioni di dollari), il che significa che questi siti hanno generato entrate maggiori rispetto a qualsiasi altra categoria di contenuti on-line a pagamento per quell’anno (Madden & Lenhart, 2006 ).

A21

Lo stesso rapporto ha stimato che 16 milioni di persone si sono rivolte ad un sito per incontrare persone online. Tre anni dopo, la Jupiter Research ha stimato i ricavi per i siti di dating online in circa 900 milioni dollari (Business Wire, 2008 ), e alcuni dei più popolari siti di dating hanno recentemente riferito il 20-22% di incremento fra i loro utenti ( Carpenter, 2008 ). In effetti, sembrerebbe che il dating online sia in continua espansione e che le persone cerchino di sfruttare il “potenziale utopico di internet per le nostre relazioni” (Baym,2010).

Come affermano Heino, Ellison, e Gibbs (2010), per molti versi il dating online diventa un processo di costruzione di relazioni in un “mercato” in cui gli individui interessati si scambiano profili online, nella speranza di trovare l’amore. Questa metafora del mercato contribuisce a spiegare il motivo per cui gran parte della ricerca esistente sugli incontri online si concentri su temi come la riduzione dell’incertezza (ad esempio, Gibbs, Ellison, e Lai, 2011 ) o la rilevazione della sincerità (ad esempio, Toma, Hancock, & Ellison , 2008). I partecipanti sono consapevoli del fatto che stanno acquistando un prodotto e che potrebbe essere diverso da ciò che appare.

La ricerca esistente ha studiato soprattutto le pubblicità personali di chi cerca l’anima gemella. Attingendo all’opera di Baumeister ( 1982 ), Goffman ( 1959 ), e Leary ( 1996 ), Toma e Hancock ( 2010 ) definiscono l’auto-presentazione come un “imballaggio per il miglioramento del sé durante le interazioni sociali, al fine di creare un’impressione gradevole per il pubblico “. Numerosi studi dimostrano che la comunicazione mediata dal computer facilita l’auto-presentazione selettiva in molti modi (Gonzales & Hancock, 2008 ; Joinson, 2001; Walther, Van Der Heide, Tong, Carr, e Atkin, 2010 ).

Questa particolare auto-presentazione infatti comporta spesso una dissonanza tra ciò che gli utenti dei media su Internet sperano di trasmettere (di solito gli aspetti socialmente desiderabili del sé) e che cosa possono invece trasmettere (limitati dalla verità oggettiva e da ciò che impone l’accettabilità sociale) all’interno delle situazioni e del contesto in cui agiscono (Toma & Hancock, 2010 ).

Terapia sessuale e di coppia

LGBT friendly

 

La ricerca suggerisce che quando si incontra un possibile partner per la prima volta, gli individui cercano di soddisfare i comportamenti che potrebbero essere da lui/lei attesi o graditi (Rowatt, Cunningham, e Druen, 1998 ), ma ci si comporta allo stesso modo anche con gli sconosciuti (Schlenker & Wowra, 2003 ).

L’auto-presentazione online viene svolta da individui motivati all’incontro e impegnati in un processo di costruzione della identità personale che desiderano trasmettere all’altro/a (Toma & Hancock, 2010 ). Gli annunci online si basano in genere su descrizioni e fotografie (Toma & Hancock, 2010 ), che si possono modificare a proprio piacimento (Walther, 1996 , 2007 ), il che permette una maggiore libertà rispetto all’incontro faccia a faccia. Gli utenti dei siti online riferiscono di prendere in considerazione di come altri utenti potrebbero esaminare i profili che essi presentano (Ellison, Heino, e Gibbs, 2006 ). La stessa ricerca dimostra anche che questi soggetti studiano anche i minimi particolari dei profili altrui, al fine di effettuare una valutazione precisa sulla fattibilità dell’incontro (Ellison et al., 2006 ).


Dr. Walter La Gatta

Tel. 348 3314908
Email: w.lagatta@psicolinea.it

Naturalmente, l’inganno è sempre dietro l’angolo in questo genere di annunci (Hancock & Toma, 20092010 ) e spesso è sottile (Ellison, et al., 2006 ). Si tratta in particolare di auto-miglioramenti ,allo scopo di poter attirare un maggior numero di potenziali partner (Gibbs , Ellison, e Heino,2006 ; Whitty, 2008 ). Tuttavia, gli individui che hanno la possibilità di incontrare qualcuno faccia a faccia in un secondo momento offrono presentazioni di sé più sincere (Leary, 1996 ; Toma et al. 2008 ).

La ricerca ha cercato di scoprire i potenziali inganni negli annunci personali online (vedi ad esempio Caspie & Gorsky, 2006; Hall, Park, Song, & Cody, 2010) come le auto-presentazioni online (ad esempio, Walther, 2007 ) o il dating online ( ad esempio, Baker, 2005 ) ma non ha studiato gli aspetti “retorici” dei profili messi online dagli utenti. Cosa, in particolare, viene messo in evidenza per convincere l’altro/a della bontà dell’incontro?  Senza dubbio, la costruzione di un annuncio personale va considerato come un “mezzo di persuasione”.

Leggi anche:  ellaOne®, il contraccettivo dei cinque giorni dopo

Dr. Walter La Gatta
psicoterapeuta, sessuologo

Terapie online
Tel. 348 3314908

COSTO DELLA TERAPIA
Online 60 euro

Dr. Walter La Gatta

Fiss CisFacebook   Twitter

In un recente studio, che qui di seguito viene riassunto, sono stati analizzati 30 annunci personali online, cui sono seguite delle interviste qualitative con le persone stesse che hanno pubblicato gli annunci. Questa ricerca ha tentato di esaminare le dimensioni retoriche degli annunci e di valutare in che modo esse producono “conseguenze sociali e relazionali”. Per dirla in altre parole, i termini utilizzati negli annunci, sono parole scelte a caso, oppure esprimono la personalità, gli atteggiamenti, la mentalità della persona ?  (Duck, 1998).

Epistemologicamente, gli studi sul dating online si sono concentrati quasi esclusivamente su quello che c’è (o su ciò che si percepisce) e non su come le persone creano quello che c’è (o quello che desiderano che ci sia). Questo studio, quindi considera gli annunci personali come visioni retoriche socialmente costruite.

Una visione retorica è “una rappresentazione di valori, preferenze, o opinioni, esplicita o implicita” (Duck, 2011) . In questo studio, gli annunci personali sono considerati come una forma di retorica esplicita che cerca di convincere un altro a mostrare interesse. Le interviste effettuate servono invece per comprendere una forma di retorica implicita dove i valori, i giudizi, le preferenze e le opinioni di una persona sono legati alla scelta o all’evitamento di specifici argomenti nella conversazione interpersonale (Duck, 2011). Entrambe queste retoriche sono coinvolte nelle dinamiche relazionali. Mettendo a confronto le due versioni, ciascuna di esse può essere meglio compresa.

I profili di dating online servono spesso per due scopi: attrarre e impressionare potenziali partner e permettere di comprendere il potenziale che ciascuno esprime (Ellison et al,. 2006 ). Chiaramente, questi scopi coinvolgono delle retoriche relazionali costruite attraverso numerosi segnali verbali e visivi con più livelli di significato. Ad esempio, come osservano Gibbs et al. (2011 ) , “La macchina fornisce indicazioni circa la propria condizione socio-economica; la partecipazione ad una conferenza professionale segnala un interesse professionale “: così, tutti i simboli offerti on-line attraverso gli annunci personali portano con sé molteplici significati, anche perché la comunicazione non deve essere intenzionale per essere intenzionalmente strategica (Kellerman, 1992 ). Di conseguenza, le scelte fatte per stilare il proprio profilo personale sono complesse e significative.



Dr. Walter La Gatta

Nel discutere di dating online, Toma e Hancock ( 2010 ) sottolineano che “l’auto-presentazione è un processo complesso e comunicativo che coinvolge la comprensione dei propri punti di forza e di debolezza, così come la comprensione dei valori del target di riferimento, cercando di usare il mezzo di comunicazione a proprio vantaggio “.

Leary e Kowalski (1990 ) affermano che la costruzione dell’immagine di sé è generalmente legata alla considerazione dei valori della persona: comporta la messa in atto di strategie al fine di ottenere le impressioni desiderate.

Tutti i partecipanti allo studio erano membri di un sito di incontri e avevano attivato un profilo personale. Il sito è stato scelto in base alla popolarità e alla possibilità data ai partecipanti di inserire i propri annunci in forma narrativa (al contrario di alcuni siti che guidano i partecipanti con numerose domande).

Tutte le persone coinvolte avevano 25-35 anni ( Media  = 28,2 anni) ed erano della stessa regione metropolitana del Midwest degli Stati Uniti. Essi sono stati selezionati esaminando un elenco di persone che avevano partecipato ad uno studio passato (non relativo a questo argomento) e che avevano indicato interesse ad essere coinvolti in studi di ricerca futuri.

Dei 30 soggetti coinvolti nello studio, 15 erano uomini e 15 erano donne: dieci si sono identificati come “uomini in cerca di donne” e cinque come “uomini in cerca di uomini”. Delle donne, dieci si sono identificate come “donne in cerca di uomini” e cinque come “donne in cerca di donne.” I partecipanti erano bianchi, tranne due (una donna in cerca di un uomo e una donna in cerca di una donna) e tre erano asiatici (1 donna in cerca di un uomo, 1 donna in cerca di una donna, e 1 uomo in cerca di un uomo).

L’incontro con i partecipanti (di solito in un luogo pubblico, davanti a un caffè o tè), riguardava sei domande. La prima e la seconda erano su cosa essi stessero cercando e avessero da offrire nella ricerca di un partner (“Che cosa stai cercando ?”, “Che cosa ti senti di poter offrire”) ; la terza e la quarta domanda erano su qualcos’altro che volessero dire su se stessi o sugli incontri desiderati e un follow-up, chiesto solo per avere chiarimenti.

Per il follow up è stata mostrata ai partecipanti una copia dei loro singoli annunci personali ed è stato chiesto loro di raccontare le scelte fatte per la pubblicità online del proprio profilo, immagini incluse (“Ho qui una copia del suo annuncio personale. Le dispiacerebbe parlare di ogni suo elemento? “).

Le sessioni di intervista sono state in genere di breve durata, comprese tra 22 e 41 minuti ( M  = 31 minuti). Tutti i partecipanti hanno indicato che erano alla ricerca di una relazione di lungo termine.

E’ stato utilizzato il metodo di codifica dei valori (Saldaña, 2009 ). Saldaña ha sviluppato questo tipo di codifica partendo dal lavoro di LeCompte e Preissle (1993 ): i dati vengono analizzati in modo interpretativo, in considerazione di valori, atteggiamenti e credenze. Questa articolazione di valori, atteggiamenti e credenze è in linea con i riferimenti retorici di ethos, pathos e logos. I valori esprimono “l’importanza che attribuiamo a noi stessi, alle altre persone, cose o idee” ; gli atteggiamenti sono il modo in cui “pensiamo e sentiamo noi stessi, le altre persone, cose o idee”;  le credenze sono ciò in cui crediamo (Saldaña, 2009 ).

Ogni frase è stata considerata in termini di credenze, valori e atteggiamenti in essa contenuti. (ad esempio: “Vorrei un uomo di famiglia” contiene un atteggiamento positivo verso un padre di famiglia e conferma un valore per la famiglia).

Anzitutto si è notato l’uso ambiguo di alcuni termini o frasi, che sono state lasciate volutamente incomprensibili, proprio per non esporsi eccessivamente. I partecipanti poi hanno parlato del loro carattere, mostrandosi come persone capaci di adattamento, serie e intelligenti, desiderose di un armonico rapporto di coppia, con una persona affine.

PRIMA VOLTA SU CLINICA DELLA COPPIA?

Webinar

Scopri chi siamo e cosa facciamo!

Recensisci i nostri articoli su Twitter

INSTAGRAM

Nell’intervista le caratteristiche desiderate nel partner sono emerse in modo più chiaro: i partecipanti desideravano un partner soprattutto tranquillo, di bell’aspetto, con una situazione finanziaria stabile, dolce, divertente, intelligente, attivo e affettuoso. Tutto ciò però non viene espresso esplicitamente nell’annuncio online, per non dire qualcosa che l’altro potrebbe interpretare in modo errato.

Le caratteristiche usate per descrivere la propria personalità riguardano soprattutto il buon carattere, la serietà, l’intelligenza o la saggezza, cose che nelle interviste non sono state considerate interessanti da sottolineare (forse perché si pensa che nel rapporto faccia a faccia queste caratteristiche emergano naturalmente). I partecipanti si sono piuttosto concentrati sulla lista delle cose che potevano offrire, che però non erano state esplicitate nell’annuncio online, per non sembrare “disperati” o “troppo pieni di sé”. Altri elementi poco esposti sono stati il bisogno di fare in fretta e la possibilità di trovare qualcuno vicino.

I partecipanti ci tenevano a mostrarsi persone normali e desideravano conoscere persone altrettanto normali e serie nel cercare una relazione di lunga durata. I partecipanti nell’intervista hanno dichiarato che i valori indicati nel profilo online dovevano servire per ottenere due scopi: l’incontro faccia a faccia e la sicurezza di andare ad incontrare un potenziale partner con personalità simile alla propria.

Lo studio è limitato dal fatto che l’annuncio preso in considerazione è il primo e non si possono osservare i cambiamenti ad esso fatti dopo che il soggetto è diventato più esperto, con il susseguirsi degli incontri.

Sebbene la ricerca del partner e il corteggiamento non siano una novità, i risultati dello studio mostrano la validità dell’affermazione di Livingstone (2009), secondo il quale “i media non solo aggiungono un nuovo elemento alla storia, ma la trasformano”. Capire cosa c’è dietro un annuncio su un sito di incontri dunque potrebbe aiutare a capire meglio cosa si desidera oggi nella ricerca del partner.

Dr. Walter La Gatta


Walter La Gatta

Manning, J. (2014), Construction of Values in Online and Offline Dating Discourses: Comparing Presentational and Articulated Rhetorics of Relationship Seeking. Journal of Computer-Mediated Communication, 19: 309–324. doi: 10.1111/jcc4.12037, via WOL

Immagine:
Pxhere

LGBT friendly

Seguici su FacebookStai cercando una Terapia di Coppia online?

LE NOSTRE OFFERTE

Psicologo Jr Clinica della CoppiaPsicologo Sr Clinica della Coppia

 

 

Please follow and like us:
La ricerca del partner online

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su