• 25 Maggio 2024 20:10

Clinica della Coppia

Che l'amore è tutto è tutto quello che sappiamo dell'amore. Emily Dickinson

Tradimento e Aspetti genetici

Tradimento e Aspetti Genetici

La Dr.ssa Giuliana Proietti presta la sua attività professionale su Clinica della Coppia
come Direttrice Scientifica e Terapeuta Senior

Giuliana Proietti

Cosa è l’infedeltà?

Per tradimento o infedeltà si intende un rapporto con qualcuno diverso dal proprio coniuge o partner abituale. Consiste in azioni o omissioni intenzionali per favorire il rapporto con una terza persona, che possono far sentire il/la partner abituale profondamente deluso/a e ferito/a.

Il tradimento arriva, in genere, inaspettato?

Si. Il più delle volte, i tradimenti sono inaspettati e possono provocare uno shock e successivi problemi psicologici a chi ne è stato vittima (talvolta questa cosa accade anche in chi ha tradito).

Quanto è comune il tradimento?

La ricerca parla in genere del 20-25% degli uomini che tradisce, contro il 10-15% delle donne. Le cifre cambiano, ma in genere le donne risultano più fedeli degli uomini, non si sa se per paura di dichiarare il tradimento, oppure perché sia esattamente questo il dato.

Quali sono i sintomi psicopatologici che può causare un tradimento?

Possono esserci sintomi relativi al disturbo ossessivo compulsivo o sintomi simili al disturbo post traumatico da stress, come intorpidimento emotivo, evitamento, rivisitazione involontaria di scene o immagini disturbanti, insicurezza, rabbia.

giuliana_proietti_psicologa

La Dr.ssa Giuliana Proietti presta la sua attività professionale su Clinica della Coppia
come Direttrice Scientifica e Terapeuta Senior

Come si studia la genetica dell’infedeltà?

Non è facile impostare studi su questo tema.  Per stimare il contributo genetico a un particolare comportamento, l’approccio classico consiste nell’utilizzare studi sui gemelli. Ci si aspetta, infatti, che i gemelli identici siano geneticamente identici al 100%: studiare il loro comportamento in relazione all’ambiente in cui sono cresciuti consente di fare una stima del contributo genetico a un particolare tratto di personalità.

Primo nel suo genere, uno studio su 1600 donne gemelle ha suggerito che l’infedeltà è ereditabile nel 41% dei casi (ciò che non è genetico è influenzato dai fattori ambientali). È interessante notare che lo stesso studio ha anche indicato che il dato era fortemente correlato con il numero di partner sessuali (38% ereditabile). Gli autori, tuttavia, non sono stati in grado di individuare alcun gene specifico collegato a questo comportamento.

Un altro studio sull’ereditabilità del comportamento sessuale extraconiugale in oltre 7000 gemelli di entrambi i sessi ha concluso che l’ereditarietà genetica rappresenta il 62% di tale comportamento negli uomini e il 40% nelle donne.

Terapie Online Giuliana Proietti

Quali geni potrebbero avere un ruolo nel tradimento?

Sulla base di uno studio condotto da ricercatori della State University di New York sulla vita sessuale di 181 soggetti, si è parlato di un gene responsabile della produzione di un recettore della dopamina, DRD4 , un gene che è stato associato al comportamento di ricerca di sensazioni e che viene spesso definito “gene della promiscuità”. La cosa interessante di questo gene è che parte di esso ha una ripetizione in tandem, ovvero un piccolo frammento di DNA che può essere ripetuto numerose volte di seguito. Il numero delle ripetizioni presenti all’interno del gene può variare da persona a persona, con conseguenze diverse sul comportamento dell’individuo. Nel caso del gene DRD4, tipicamente ci sono da 2 a 11 ripetizioni di questo tipo in persone diverse. Coloro che hanno almeno 7 ripetizioni di questo tipo (7R+) mostrano un legame recettoriale ridotto per il neurotrasmettitore dopaminergico e sono più predisposte alla ricerca di sensazioni, alla disinibizione, all’impulsività e al comportamento sessuale. Gli individui con 7R+ sembra abbiano maggiori probabilità di impegnarsi in comportamenti sessuali promiscui e dimostrano un aumento di oltre il 50% dell’infedeltà sessuale rispetto agli individui con un numero inferiore di ripetizioni nel gene DRD4 .

E’ possibile, dunque, che si tradisca per ragioni indipendenti dalla propria volontà, legati a una determinante genetica?

Per quante ne sappiamo oggi, i risultati comportamentali esaminati nelle ricerche scientifiche devono essere considerati probabilistici e non deterministici. Ciò significa che la genetica potrebbe aumentare la probabilità di determinati comportamenti a rischio, ma non spiega completamente tali comportamenti, che dipendono da tanti altri fattori.

Dr. Giuliana Proietti




Immagine

Pexels

Di Dr. Giuliana Proietti

Psicologa Psicoterapeuta Sessuologa di Ancona ● Attività libero professionale, prevalentemente online ● Saggista e Blogger ● Collaborazioni professionali ed elaborazione di test per quotidiani e periodici a diffusione nazionale ● Conduzione seminari di sviluppo personale ● Attività di formazione ed alta formazione presso Enti privati e pubblici ● Co-fondatrice dei Siti www.psicolinea.it, www.clinicadellacoppia.it, www.clinicadellatimidezza.it e delle attività loro collegate, sul trattamento dell’ansia, della timidezza e delle fobie sociali e del loro legame con la sessualità. Sito personale: www.giulianaproietti.it La Dr.ssa Giuliana Proietti presta la sua attività professionale su Clinica della Coppia come Direttrice Scientifica e Terapeuta Senior.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *