Diabete e Sessualità

Il diabete (e non “la” diabete, come si dice in alcune parti del centro Italia) è un termine che identifica alcune malattie, caratterizzate da poliuria (abbondante produzione di urina) e polidipsia (abbondante ingestione di acqua).

Il diabete è una malattia cronica, caratterizzata da un’elevata concentrazione di glucosio nel sangue, causata a sua volta da una carenza (assoluta o relativa) di insulina nell’organismo.

Il diabete comporta diverse conseguenze per lo stato di salute generale, fra cui problemi alla sessualità.

In particolare, negli uomini diabetici, il rischio di disfunzione erettile aumenta di 3 o 4 volte; gli uomini con diabete possono avere inoltre maggiori difficoltà a raggiungere l’orgasmo.
In molti casi si presentano problemi di eiaculazione retrograda: lo sperma, in questo caso, invece di essere eiaculato fuori del corpo, risale lungo la vescica.

Nelle donne diabetiche, la diminuzione del desiderio sessuale è molto comune: diminuiscono le sensazioni del clitoride, si prova secchezza o dolore vaginale, disfunzioni dell’orgasmo. Tutte queste difficoltà sono significativamente più elevate rispetto alle donne non diabetiche.

Il diabete è una malattia che tende a danneggiare le arterie, facendo diminuire il flusso sanguigno all’interno di esse. Questo riguarda anche le arterie sessuali, per cui, durante l’erezione del pene, arriva meno sangue e perciò si verificano i problemi di erezione. Per gli stessi motivi, anche nelle donne si produce una minore lubrificazione, che comporta a sua volta dolore durante il sesso e difficoltà a raggiungere l’orgasmo.

Tuttavia vi sono coppie in cui uno dei due ha un problema di diabete e il sesso funziona comunque benissimo. L’eccessiva preoccupazione e tendenza all’auto-osservazione riguardo ai problemi della sessualità possono avere un effetto molto dannoso e causare un problema di ansia da prestazione molto pericoloso per la vita sessuale.

D’altra parte, è comprensibile che la persona diabetica viva dei momenti di depressione, quando scopre di avere una malattia cronica che riguarda ogni momento della vita, ogni giorno, ogni pasto…

Una volta scoperta la malattia, il corpo comincia a subire iniezioni, prelievi per analisi del sangue e controlli di ogni tipo: dunque può diventare un luogo di dolore, piuttosto che di piacere. Questo è un fattore che può ridurre sensibilmente il desiderio sessuale.

E’ importante dunque cercare di mantenere durante la giornata anche momenti dedicati al piacere fisico (ballo, canto, sport, massaggi, trucco, parrucchiere, ecc), affinché non si perda l’autostima, l’attenzione al proprio corpo … e alla sessualità.

Tutte le disfunzioni sessuali possono essere curate, sia attraverso i farmaci, sia attraverso l’aiuto psicologico. Prima ancora di questo è tuttavia necessario che i diabetici prestino grande attenzione a migliorare lo stile di vita, che deve essere molto più sano di coloro che non hanno malattie croniche, in particolare per quanto riguarda la dieta, l’esercizio fisico, l’astensione dal fumo, dall’alcol e dalle altre droghe.

Dr. Walter La Gatta

Immagine:
Pexels

Dr. Walter La Gatta on EmailDr. Walter La Gatta on FacebookDr. Walter La Gatta on LinkedinDr. Walter La Gatta on RssDr. Walter La Gatta on Twitter
Dr. Walter La Gatta
Psicoterapeuta Sessuologo Ancona - Terni | Ellepi Associati Ancona - Terni
PSICOLOGO-PSICOTERAPEUTA
Ancona - Terni

- Psicoterapie individuali e di coppia
- Sessuologia (Sessuologia Clinica, individuale e di coppia)
- Tecniche di rilassamento e Ipnosi
- Disturbi d’ansia, timidezza e fobie sociali

Studio di Ancona - Terni
per appuntamenti: 348 – 331 4908

CONDIVIDI I MIEI AGGIORNAMENTI SU FACEBOOK!
Dr. Walter La Gatta Sessuologo Psicoterapeuta - Ancona Terni

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *