• 25 Maggio 2024 21:08

Clinica della Coppia

Che l'amore è tutto è tutto quello che sappiamo dell'amore. Emily Dickinson

Coppia: perché si litiga

Coppia: perché si litiga

giuliana_proietti_psicologa

La Dr.ssa Giuliana Proietti presta la sua attività professionale su Clinica della Coppia
come Direttrice Scientifica e Terapeuta Senior

Le relazioni di coppia, nonostante l’amore e i sentimenti di comprensione reciproca fra partners, possono essere anche un terreno fertile per conflitti e discussioni. Ma quali sono i motivi principali di discordia all’interno delle coppie stabili?

Diverse ricerche hanno indagato le principali cause di litigio tra i partners, offrendo spunti interessanti su come affrontare le difficoltà e preservare la relazione. Vediamo di saperne di più.

Perché ci si può sentire delusi e arrabbiati

Ogni partner porta con sé nella coppia le proprie esperienze, i valori, i desideri e le aspettative: quando ci si rende conto che, su questo terreno, ci sono differenze notevoli e queste non vengono affrontate e gestite in modo adeguato, possono nascere dei conflitti.

Terapie Online Giuliana Proietti

I conflitti sono normali in una coppia

È importante riconoscere che i conflitti sono una parte normale e inevitabile delle relazioni, e che l’importante è saperli affrontare in modo sano, senza trascendere, senza ignorarli.

La comunicazione

Uno dei motivi principali di conflitto all’interno delle coppie è sicuramente la comunicazione. Quando le persone non si sentono ascoltate, comprese o rispettate, possono sorgere incomprensioni, risentimenti e litigi. La mancanza di comunicazione può portare a fraintendimenti e allontanamenti.

Il problema non è litigare, ma come si litiga

Le coppie che hanno una comunicazione aperta e sincera, accettando e rispettando i punti di vista dell’altro/a, hanno una maggiore probabilità di risolvere i loro conflitti in modo costruttivo rispetto alle coppie che evitano i confronti o che comunicano in modo aggressivo.

La Dr.ssa Giuliana Proietti presta la sua attività professionale su Clinica della Coppia
come Direttrice Scientifica e Terapeuta Senior

Giuliana Proietti

Perché si litiga

Le ragioni possono essere diverse, ma in particolare creano conflitti:

  • Le differenze nel modo di intendere la sessualità. Gli psicologi evoluzionisti (Buss, 2003) ritengono che gli uomini siano interessati in particolare al sesso e le donne allo status sociale dell’uomo. Non sempre questo è vero, ma quando lo è questo può ingenerare un conflitto fra i partners, fino alla coercizione sessuale, cioè la richiesta continua e imperativa di sesso, generalmente dell’uomo alla donna (Miller, 2000; Struckman‐Johnson, Struckman‐Johnson, e Anderson, 2003), che può portare entrambi i partner all’esasperazione, per motivi opposti.
  • I Tradimenti: una infedeltà sospetta o accertata può causare grandi litigi per ragioni di gelosia.
  • Le pressioni sociali. Problemi lavorativi o economici,  così come le pressioni, sociali e familiari, che la coppia avverte intorno a sé, possono ricadere sulla coppia generando incomprensioni.
  • La gestione delle amicizie: Le divergenze legate agli amici comuni e alla gestione del tempo libero possono influenzare notevolmente l’armonia di coppia.
  • La gestione delle faccende domestiche: La divisione del lavoro domestico fra i partners può essere una fonte significativa di conflitto, soprattutto nelle famiglie in cui entrambi i partners lavorano fuori casa tutto il giorno: a chi spetta occuparsi della casa?
  • L’educazione dei figli: Le questioni legate all’educazione dei figli hanno un impatto rilevante nella coppia e rappresentano uno dei principali motivi di litigio, dal momento che spesso ciascuno dei due partners propone un modello educativo diverso da quello dell’altro/a (e che in genere ricalca quello ricevuto nella propria infanzia)

Sessuologa online Dr. Giuliana Proietti


Suggerimenti sulla gestione dei conflitti

  • Una comunicazione aperta, sincera e rispettosa dell’altro/a  è fondamentale per affrontare i conflitti e favorire la comprensione reciproca.
  • Empatia: si possono non comprendere appieno le ragioni dell’altro/a ma va sempre fatto uno sforzo empatico per mettersi nei panni del/della partner, tentando di vedere il mondo come lui/lei lo vede.
  • Accettare che la propria coppia possa non essere perfetta: accettare i conflitti come parte naturale della relazione, così come la consapevolezza che esiste sempre un modo intelligente per gestire le divergenze in modo sano ed equo.
  • Gentilezza. Quando le parole non vengono misurate e ci si abbandona agli insulti, non si è sulla strada della soluzione del problema, ma ci si sta semplicemente abbandonando ai propri istinti più deteriori. La gentilezza, che richiede la moderazione dei propri bisogni egoistici, è un facilitatore cruciale per le coppie di lungo periodo.
  • Psicoterapia di Coppia. Rivolgersi a uno psicologo/a può essere utile per affrontare in modo costruttivo i problemi di coppia, soprattutto quando ogni altra strada sembra preclusa e la separazione sembra l’unica soluzione possibile.

Dr. Giuliana Proietti

Relazione su Freud e Totem e Tabù

 

Immagine

Photo by cottonbro studio




Scopri chi siamo e di cosa ci occupiamo!

Di Dr. Giuliana Proietti

Psicologa Psicoterapeuta Sessuologa di Ancona ● Attività libero professionale, prevalentemente online ● Saggista e Blogger ● Collaborazioni professionali ed elaborazione di test per quotidiani e periodici a diffusione nazionale ● Conduzione seminari di sviluppo personale ● Attività di formazione ed alta formazione presso Enti privati e pubblici ● Co-fondatrice dei Siti www.psicolinea.it, www.clinicadellacoppia.it, www.clinicadellatimidezza.it e delle attività loro collegate, sul trattamento dell’ansia, della timidezza e delle fobie sociali e del loro legame con la sessualità. Sito personale: www.giulianaproietti.it La Dr.ssa Giuliana Proietti presta la sua attività professionale su Clinica della Coppia come Direttrice Scientifica e Terapeuta Senior.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *