• 19 Maggio 2024 17:51

Clinica della Coppia

Che l'amore è tutto è tutto quello che sappiamo dell'amore. Emily Dickinson

Matrimonio in Danimarca: tradizioni e new business

Un matrimonio in Danimarca

Matrimonio in Danimarca: tradizioni e new business


Problemi di coppia? Chiamaci

In Danimarca, quando ci si sposa, esiste un’usanza tradizionale chiamata “Porta d’onore”: un arco di rami di pino costruito davanti alla casa della famiglia della sposa. L’arco può essere costruito davanti alla porta, o al sentiero che porta alla casa. La Porta d’Onore viene di nuovo costruita per le nozze d’argento della coppia, dopo 25 anni dal matrimonio.

Le cerimonie nuziali tradizionali danesi si svolgono in chiesa o in municipio. La sposa indossa un abito bianco e lo sposo un abito scuro. Le donne ospiti non dovrebbero indossare abiti bianchi, dal momento che l’unica donna in bianco è la sposa, anche se spesso questa ha anche qualcosa di rosso. In Danimarca questo colore simboleggia l’amore. Alcuni credono anche che allontani gli spiriti maligni. Il bouquet della sposa viene acquistato dallo sposo.

È comune organizzare, dopo la cerimonia, un ricevimento in cui si mangia una particolare torta. In genere la coppia organizza la festa solo per alcuni ospiti che hanno partecipato alla cerimonia, spesso senza i loro figli. Durante la festa di nozze gli ospiti di solito svolgono diversi tipi di intrattenimento che hanno organizzato per gli sposi (canzoni, giochi, scherzi o esibizioni a sorpresa).

Ci sono molti baci nei matrimoni danesi: ogni volta che lo sposo lascia il tavolo per un qualsiasi ragione, tutti gli uomini della festa si mettono in fila per baciare la sposa sulla guancia. La stessa cosa accade quando si assenta la sposa: le donne si mettono in fila per baciare lo sposo.

Se gli ospiti battono i coltelli o le forchette sui piatti, gli sposi devono salire sulle sedie e baciarsi. Se  gli ospiti battono i piedi sul pavimento, gli sposi devono tuffarsi sotto il tavolo per un bacio.

A6

La tipica torta nuziale è il Kransekage. Gli sposi tagliano la torta insieme e tutti gli ospiti devono mangiarne un pezzo, altrimenti si dice che porti sfortuna al matrimonio. La torta è praticamente una torre di anelli di biscotto di pasta di mandorle. Un’altra scelta popolare è una torta fatta con mandorle, pasta di zucchero e marzapane a forma di cornucopia. Questi dolci sono decorati magnificamente con intricati lavori di zucchero all’esterno e riempiti con frutta fresca, dolci e mandorle. Spesso, l’anello superiore di una torta Kransekage viene salvato per il primo anniversario, o per il battesimo del primo figlio.

Secondo l’etichetta, il Brudevals (tipico valzer nuziale) deve essere ballato prima della mezzanotte. Gli ospiti circondano gli sposi e battono le mani sui passi di danza del valzer, avvicinandosi lentamente agli sposi.  Il “Brudevals” è il primo ballo di una coppia ed è un’aria scritta dal compositore danese Niels Wilhelm Gade (1817-1890). Il valzer dovrebbe essere ballato prima della mezzanotte del giorno del matrimonio.  Gli ospiti si mettono in cerchio e battono le mani, mentre la coppia balla. Poi, pian piano, gli ospiti si avvicinano sempre di più agli sposi fino a stringerli in un abbraccio corale. A questo punto gli sposi poi si baciano e subito dopo gli amici maschi catturano lo sposo, gli tolgono le scarpe e gli tagliano un pezzo delle calze. Questo rito viene tradizionalmente fatto per impedire allo sposo di sedurre una donna diversa da sua moglie.  Anche il velo della sposa viene distrutto dagli ospiti. È fatto perché si ritiene che non ne avrà più bisogno.

 

Questo per quanto riguarda le tradizioni. Parlando invece di new business, non si può non ricordare l’isola di Aeroe, capoluogo  Ærøskøbing,  sul Mar Baltico, un posto con circa 7.000 abitanti, con tipici paesaggi e costruzioni nordiche con il tetto di paglia: qui si sono inventati le nozze “express” dal momento che le coppie devono fornire solo un documento di identità, a dimostrazione che i due partners sono entrati nel paese legalmente e produrre i necessari documenti, se sono divorziati. In 36 ore ci si sposa, eterosessuali o omosessuali, “senza burocrazia”, come pubblicizzano le varie agenzie sparse per il mondo, che organizzano matrimoni in Danimarca.

La Danimarca è stato il primo Paese al mondo a concedere un riconoscimento legale alle unioni omosessuali, in forma di “unioni registrate”, nel 1989. Dal 15 giugno 2012 questa legge è stata resa ancora più liberale, tanto che oggi le coppie omosessuali hanno anche il diritto di sposarsi in Chiesa.

Dr. Giuliana Proietti

Terapie Online Giuliana Proietti

L'importanza di stare bene con se stessi
per migliorare il rapporto di coppia

Come vivere bene anche se in coppia

Qualche argomento del libro:

  • Comunicazione e dialogo nella coppia
  • Ascolto e comprensione
  • Praticare la gratitudine
  • Complicità e condivisione
  • Non dare per scontato il sentimento e il rapporto

Scritto dai fondatori della Clinica della Coppia.
Online, o nelle migliori librerie.

Immagine:
Torta tradizionale

Di Dr. Giuliana Proietti

Psicologa Psicoterapeuta Sessuologa di Ancona ● Attività libero professionale, prevalentemente online ● Saggista e Blogger ● Collaborazioni professionali ed elaborazione di test per quotidiani e periodici a diffusione nazionale ● Conduzione seminari di sviluppo personale ● Attività di formazione ed alta formazione presso Enti privati e pubblici ● Co-fondatrice dei Siti www.psicolinea.it, www.clinicadellacoppia.it, www.clinicadellatimidezza.it e delle attività loro collegate, sul trattamento dell’ansia, della timidezza e delle fobie sociali e del loro legame con la sessualità. Sito personale: www.giulianaproietti.it La Dr.ssa Giuliana Proietti presta la sua attività professionale su Clinica della Coppia come Direttrice Scientifica e Terapeuta Senior.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *