• 14 Giugno 2024 6:38

Clinica della Coppia

Che l'amore è tutto è tutto quello che sappiamo dell'amore. Emily Dickinson

L’infertilità inspiegabile (idiopatica)

L'infertilità idiopatica (inspiegabile)

L’infertilità inspiegabile (idiopatica)

Terapie Online Giuliana Proietti

La diagnosi di infertilità può rappresentare un peso enorme per le coppie. Questa diagnosi può portare a gravi disturbi psicologici come depressione, ansia e bassa autostima. Pertanto, alla coppia infertile dovrebbe essere offerta consulenza e sostegno durante i vari trattamenti per l’infertilità. È stato, infatti, ben documentato che gli interventi psicologici per le coppie con infertilità hanno la capacità di ridurre i sintomi di ansia e depressione e di aumentare significativamente i tassi di gravidanza.

La maggior parte delle coppie con problemi di infertilità può essere aiutata attraverso un intervento adeguato per raggiungere un qualche tipo di risoluzione: sia che i due partners diventino genitori di figli biologici, adottino figli o decidano di non avere figli.

Quella che segue è una sintesi dei maggiori temi su cui dovrebbe essere informata una coppia con problemi di infertilità.


LGBT friendly

Quante sono le coppie interessate all’infertilità idiopatica?

Sono circa il 15/30% delle coppie infertili in tutto il mondo.

Cosa significa “idiopatica”?

Il termine viene da “ἴδιος” (idios), sé stesso e “πάθος” (pathos), sofferenza: è una patologia senza cause apparenti.

Dopo quanto tempo si può ottenere una diagnosi di infertilità ?

L’infertilità può essere diagnosticata dopo almeno 12 cicli di rapporti non protetti, o dopo sei cicli, in donne di età superiore ai 35 anni. La definizione di infertilità dell’Organizzazione Mondiale della Sanità si riferisce a un periodo di 24 mesi di tentativi di concepimento.

Quali sono i test da fare per diagnosticare una infertilità idiopatica?

Secondo le linee guida ESHRE, i test necessari per l’infertilità idiopatica sono l’analisi dello sperma, la valutazione dell’ovulazione e della fase luteinica e la valutazione della pervietà tubarica mediante isterosalpingografia o laparoscopia. Tuttavia, ci sono opinioni controverse sul valore della biopsia endometriale, della riserva ovarica (AMH, AFC), del test post-coitale e dei livelli di prolattina sierica.

Festival della Coppia - Relazione su Innamoramento




Quali sono le cause dell’infertilità?

Si ritiene che l’aumento dell’infertilità dipenda principalmente dalla minore fecondità delle donne che pianificano la prima gravidanza in età più avanzata, insieme alla diminuzione della qualità dello sperma negli uomini. L’infertilità può essere causata da diverse malattie riferibili solo al sesso maschile (es. insufficienza testicolare), solo alle femmine (es. sindrome dell’ovaio policistico [PCOS], endometriosi, fibromi uterini o insufficienza ovarica prematura) o malattie che possono riguardare entrambi i sessi (es. malattie, infezioni, iperprolattinemia o ipogonadismo ipogonadotropo)

Quali possono essere le cause dell’infertilità idiopatica?

L’infertilità idiopatica può essere spiegata dal ruolo dei disturbi psicologici, come stress, depressione, disturbi del sonno, disturbi alimentari e dipendenze.

Relazione su Freud e Totem e Tabù

 

In che modo questi disturbi di area psicologica influenzano la riproduzione?

Questi disturbi possono modificare il funzionamento delle ghiandole endocrine e del sistema immunitario, sia a livello tissutale che cellulare, il che può comportare una ridotta fertilità.

L’incapacità di trovare le cause dell’infertilità di coppia significa che non esiste alcuna causa per il disturbo?

No. In questi casi dovrebbero anzi essere condotte ricerche molto approfondite su altre possibili cause di fallimento del concepimento, come disfunzioni ovariche e testicolari, qualità dello sperma e degli ovociti, difetti di mobilità nelle tube di Falloppio, ricettività endometriale, fallimenti di impianto ed endometriosi.

La gestione delle coppie infertili con causa idiopatica necessita di un trattamento individualizzato?

Si. Nella scelta del piano di trattamento adeguato dovrebbero essere prese in considerazione diverse variabili chiave, tra cui età, storia di infertilità, storia del trattamento, costi e rischi.




Il tasso di concepimento spontaneo in queste coppie è superiore  o inferiore, rispetto alle coppie con cause definite di infertilità?

E’ superiore: diversi studi hanno riportato che il tasso di gravidanza spontanea era del 13-15% durante il primo anno di tentativo e aumentava al 35% nei due anni successivi.  Inoltre, la percentuale potrebbe raggiungere l’80% nelle coppie più giovani durante i successivi tre anni di rapporti non protetti senza alcuna terapia adiuvante. Il tasso di gravidanze spontanee diminuisce però drasticamente dopo una infertilità superiore a 3 anni e nelle donne di età superiore ai 30 anni.

Quando la possibilità di concepimento spontaneo per una coppia è abbastanza alta, ma la gravidanza tarda ad arrivare, cosa si può fare?

In questo caso non sono necessari ulteriori trattamenti per la fertilità e il piano migliore per la coppia sarebbe la gestione dell’attesa (2 anni).

Cosa si può fare in questo periodo di attesa?

La gestione dell’attesa per due anni è la scelta migliore quando l’età della donna è inferiore a trenta anni. Le linee guida del National Institute for Health and Care Excellence (NICE) sulla fertilità suggeriscono alcune opzioni terapeutiche, come un intervento medico attivo, che richiede che le donne siano consapevoli del momento dell’ovulazione e del periodo migliore per i rapporti non protetti.

giuliana_proietti_psicologa

 

Quali sono le coppie più adatte per la fecondazione in vitro?

Sono le coppie sopra i 35 anni e le coppie con infertilità di lunga durata.

Cosa si intende per stress da infertilità?

L’infertilità può causare disagio psicologico, stress emotivo e difficoltà economiche per entrambi i partner. Le reazioni tipiche all’infertilità includono shock, tristezza, depressione, rabbia e frustrazione, perdita di autostima e fiducia in se stessi e una generale perdita del senso di controllo.

Come si comportano le coppie infertili?

Le coppie infertili spesso nascondono le proprie emozioni, idee e convinzioni perché l’infertilità è ancora considerata un argomento privato. Pertanto, queste coppie possono essere involontariamente esposte a pressioni sociali.  Familiari o amici possono fornire punti di vista e suggerimenti significativi che possono causare ulteriore angoscia. Per questo motivo, il rapporto individuale con il/la partner, così come quello con amici e familiari, può risentirne. Pertanto, le coppie con problemi di infertilità possono ridurre l’interazione sociale, evitando soprattutto le donne incinte e gli amici che hanno figli.

Sessuologa online Dr. Giuliana Proietti


L’infertilità può compromettere l’autostima della donna?

Secondo alcuni studi le reazioni femminili all’infertilità includevano sottomissione e docilità, autoisolamento e interiorizzazione della rabbia e della tristezza. Inoltre, è stato scoperto che le donne con infertilità hanno una percezione negativa di se stesse e della propria sessualità.

Lo stress psicologico da infertilità può compromettere la fertilità stessa?

Si. Lo stress psicologico è percepito come un potenziale fattore di rischio clinico che può ridurre la fertilità maschile.

I problemi di infertilità possono portare a disfunzioni sessuali?

Si, i problemi di infertilità, come le alterazioni dei parametri seminali, possono portare ad altre condizioni legate allo stress come la disfunzione erettile e l’eiaculazione precoce e retrograda, che possono contribuire a influenzare negativamente lo stato di fertilità.

Ci sono farmaci per l’infertilità che possono peggiorare le cose?

Si. Ad esempio, l’estrogeno sintetico clomifene citrato (Clomid, Serophene), spesso prescritto perché migliora l’ovulazione e aumenta la produzione di sperma, può provocare ansia, interruzioni del sonno e irritabilità nelle donne. Altri farmaci per l’infertilità possono causare problemi come depressione, mania, irritabilità e difficoltà di concentrazione. Ad esempio, il letrozolo, che è un bloccante dei recettori degli estrogeni, può causare vari effetti collaterali come forti mal di testa, vertigini, affaticamento, insonnia, dolore al seno o ciclo anomalo. Il lupron, che è un altro farmaco comunemente usato nel trattamento dell’infertilità, è stato indicato come causa di sbalzi d’umore, depressione e sintomi di ansia, secchezza vaginale, acne, dolori articolari e diminuzione del desiderio sessuale in alcune donne.

A volte potrebbe essere difficile per i pazienti e i medici comprendere quali risposte siano psicologiche e quali siano causate dai farmaci.

Giuliana Proietti

Quanto incidono le difficoltà economiche?

Il costo del trattamento dell’infertilità è molto elevato. Ad esempio, il costo medio di un ciclo di fecondazione in vitro (IVF) utilizzando embrioni freschi è di circa 8.000 dollari, con farmaci per la fertilità che raggiungono i 3.000/5.000 dollari per ciclo.

Quante coppie riescono ad aiutare le procedure per l’infertilità?

Le procedure per l’infertilità aiutano solo il 50% circa dei pazienti e questa probabilità di ottenere una gravidanza diminuisce con l’età.

I pazienti che si sottopongono con successo a procedure di fecondazione in vitro riescono ad essere sereni durante la gravidanza?

Non sempre. Ad esempio, le donne che hanno subito numerosi aborti possono essere ansiose di portare a termine la gravidanza. Le coppie più anziane possono invece discutere se sia opportuno effettuare test prenatali come l’amniocentesi, poiché questa è una comune fonte di stress.

Le donne infertili hanno dei punti in comune?

Si. Le donne con infertilità hanno una serie di punti in comune a livello psicologico. Sebbene la maggior parte di loro esprime verbalmente il desiderio di rimanere incinta, in realtà possono nascondere opinioni negative e paura della gravidanza. Queste paure possono essere causate dalla gravidanza, dal parto o dalla maternità. Il cambiamento della forma del corpo durante la gravidanza, la paura di perdere la vita o il bambino durante il parto o la paura di fallire come madri sono alcune delle potenziali cause alla base dello stress. Se le donne fossero incoraggiate a comunicare di più i propri sentimenti, ciò potrebbe favorire le possibilità di una gravidanza.

La terapia di coppia offre
un percorso verso il cambiamento,
immediato e duraturo.
La terapia di coppia offre un percorso verso il cambiamento - Clinica della Coppia

A quali disturbi può essere associata l’infertilità?

Disturbi psicologici comuni tra i pazienti con infertilità comprendono disturbi della funzione sessuale, somatizzazione, distimia, frequenti attacchi di panico, disturbo ossessivo-compulsivo e disturbo d’ansia sociale. Inoltre, l’infertilità è stata associata a disturbi alimentari come l’anoressia, la bulimia e l’obesità.

Ci sono differenze fra uomini e donne relativamente all’infertilità?

Si. È stato dimostrato che le donne con infertilità presentano livelli di depressione maggiori rispetto agli uomini infertili.

Nello specifico, si ritiene che la depressione sia più diffusa tra le donne con infertilità, mentre vi è una maggiore quantità di disagio psicosomatico tra gli uomini con infertilità. Inoltre, tra gli uomini infertili con elevate caratteristiche di alessitimia è stato indicato un livello maggiore di stress vissuto e una qualità di vita deteriorata.

D’altra parte, le donne con infertilità hanno rivelato disfunzioni cognitive e aumento di ansia e depressione.

Una possibile spiegazione per questi risultati potrebbe essere che le donne si sentono più responsabili e colpevoli degli uomini durante il tentativo di concepimento. Inoltre, le donne con infertilità sono esposte a una maggiore pressione sociale e stigmatizzazione.


Le relazioni felici Clinica della Coppia

Quali variabili peggiorano il tono dell’umore di una coppia infertile?

È stato dimostrato che un’assistenza psicologica insufficiente, una terapia inefficace, un basso status socioeconomico e la mancanza di assistenza da parte del/della partner sono associati a maggiori probabilità di sviluppare depressione.

Quali trattamenti sono consigliabili?

Psicoterapia

La psicoterapia è un intervento importante che dovrebbe essere raccomandato alle coppie che soffrono di qualsiasi forma di infertilità. Pertanto, la consulenza dovrebbe idealmente iniziare prima che i pazienti inizino qualsiasi intervento medico per l’infertilità. Come indicato da alcuni studi, affrontare problemi psicologici come depressione, ansia e stress può aiutare ad aumentare le possibilità di concepimento. Inoltre, gli studi hanno indicato che il trattamento interpersonale, che si concentra sul miglioramento della relazione o sulla risoluzione delle controversie con gli altri, e la terapia cognitivo comportamentale, possono aiutare i pazienti con infertilità che soffrono di depressione e ansia.

Inoltre, la psicoterapia aiuta a potenziare le strategie di coping, è di supporto nel processo decisionale durante il trattamento, può aiutare i pazienti con vari disturbi dell’umore o del sonno.


NON E' MAI TROPPO TARDI PER INIZIARE UNA TERAPIA DI COPPIA

Tecniche di rilassamento

Oltre all’aiuto psicologico che dovrebbero ricevere le coppie che non possono concepire un bambino, dovrebbero essere suggeriti anche altri interventi complementari. Dato che l’infertilità e la sua terapia causano spesso uno stress significativo, è raccomandabile l’apprendimento di una tecnica di rilassamento: ad esempio, meditazione, training autogeno, respirazione profonda, immaginazione guidata e yoga.

Dr. Giuliana Proietti

Playlist dal Canale YouTube di Psicolinea.it

 

Fonti

Sadeghi MR. Unexplained infertility, the controversial matter in management of infertile couples. J Reprod Infertil. 2015 Jan-Mar;16(1):1-2. PMID: 25717428; PMCID: PMC4322174.

Puzuka A, Alksere B, Gailite L, Erenpreiss J. Infertilità idiopatica come caratteristica di instabilità del genoma. Vita . 2021; 11(7):628. https://doi.org/10.3390/life11070628

Szkodziak F, Krzyżanowski J, Szkodziak P. Psychological aspects of infertility. A systematic review. J Int Med Res. 2020 Jun;48(6):300060520932403. doi: 10.1177/0300060520932403. PMID: 32600086; PMCID: PMC7328491.

Simionescu, G., Doroftei, B., Maftei, R., Obreja, B., Anton, E., Grab, D. … Anton, C. (2021). The complex relationship between infertility and psychological distress (Review). Experimental and Therapeutic Medicine, 21, 306. https://doi.org/10.3892/etm.2021.9737

Scopri chi siamo e di cosa ci occupiamo!

Immagine
Pexels, Foto di Nadezhda Moryak

Di Dr. Giuliana Proietti

Psicologa Psicoterapeuta Sessuologa di Ancona ● Attività libero professionale, prevalentemente online ● Saggista e Blogger ● Collaborazioni professionali ed elaborazione di test per quotidiani e periodici a diffusione nazionale ● Conduzione seminari di sviluppo personale ● Attività di formazione ed alta formazione presso Enti privati e pubblici ● Co-fondatrice dei Siti www.psicolinea.it, www.clinicadellacoppia.it, www.clinicadellatimidezza.it e delle attività loro collegate, sul trattamento dell’ansia, della timidezza e delle fobie sociali e del loro legame con la sessualità. Sito personale: www.giulianaproietti.it La Dr.ssa Giuliana Proietti presta la sua attività professionale su Clinica della Coppia come Direttrice Scientifica e Terapeuta Senior.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *