• 19 Maggio 2024 16:56

Clinica della Coppia

Che l'amore è tutto è tutto quello che sappiamo dell'amore. Emily Dickinson

La dipendenza da sesso esiste davvero?

La dipendenza da sesso esiste davvero?

Dr. Walter La Gatta

Il Dr. Walter La Gatta presta la sua attività professionale su Clinica della Coppia come Direttore Scientifico e Terapeuta Senior

David Ley qualche anno fa pubblicò un libro denuncia: “The Myth of Sex Addiction,” (“Il mito della dipendenza sessuale”), nel quale parlava della “fiorente industria della dipendenzologia”, la quale, a suo parere, aveva lo scopo di trasformare una discutibile diagnosi in una conclusione scontata. Scriveva Ley: “Credo che per il settore della sanità, della medicina e della salute mentale approvare e reificare un concetto così imperfetto serva a creare un precedente molto pericoloso di scivolamento nel relativismo morale, dove  ogni comportamento socialmente inaccettabile è etichettato come una patologia psichiatrica”.

Ley, in quel libro, si opponeva al concetto secondo il quale il sesso avesse potuto provocare una dipendenza “il sesso non ha effetti riguardo alla tolleranza o all’astinenza. Nessuno è mai morto per non essere  stato in grado di avere rapporti sessuali, nessuno ha mai avuto una overdose da sesso”.

A+

Da allora molti altri studi si sono succeduti studi sull’argomento, e le conclusioni sono state sostanzialmente queste:

Argomenti a favore della diagnosi di “dipendenza sessuale”

  • La dipendenza sessuale sembra innescare il sistema di ricompensa nel cervello, in modo simile ad altre dipendenze
  • I dipendenti da sesso spesso hanno anche altre dipendenze
  • Le dipendenze sessuali possono provocare un notevole disagio e molte limitazioni nel funzionamento

Argomenti contro la diagnosi di “dipendenza sessuale”

  • L’etichetta “dipendente dal sesso” può rappresentare un giudizio morale
  • La diagnosi può essere usata come scusa per comportamenti sessuali irresponsabili
  • La dipendenza ha a che fare con la chimica e non con i comportamenti
Cerchiamo allora di saperne di più.

La dipendenza da sesso è un concetto nuovo?

No. Se ne parla addirittura in documenti storici risalenti all’antica Roma e alla Grecia del II secolo: in questi scritti si parla di una sessualità eccessiva, ad esempio nelle donne con furor uterinum (furia uterina).

Chi ne ha parlato per primo in tempi moderni?

Il concetto moderno di dipendenza dal sesso è stato reso popolare dal dottor Patrick Carnes, autore di Out of the Shadows: Understanding Sexual Addiction (pubblicato per la prima volta a metà degli anni ’80).

L'importanza di stare bene con se stessi
per migliorare il rapporto di coppia

Come vivere bene anche se in coppia

Qualche argomento del libro:

  • Comunicazione e dialogo nella coppia
  • Ascolto e comprensione
  • Praticare la gratitudine
  • Complicità e condivisione
  • Non dare per scontato il sentimento e il rapporto

Scritto dai fondatori della Clinica della Coppia.
Online, o nelle migliori librerie.

In quale categoria di disturbi potrebbe rientrare la dipendenza da sesso?

La dipendenza da sesso condivide le caratteristiche sia di un disturbo ossessivo-compulsivo, sia di un disturbo del controllo degli impulsi, ma in realtà non si adatta perfettamente a nessuna delle due categorie.

E’ considerato attualmente più grave avere una dipendenza da sesso o scarso interesse sessuale?

Stando alle diagnosi incluse nel DSM 5 si potrebbe dire che lo scarso interesse sia considerato più patogeno dell’eccessivo interesse. Infatti, nel DSM5, dopo tanto dibattito, ancora non vi è traccia del disturbo da dipendenza sessuale, mentre vi si trovano elencati il desiderio sessuale ipoattivo e il disturbo dell’avversione sessuale.

 

Perché accade questa cosa?

Perché la comunità scientifica vuole evitare di rendere patologici comportamenti ed attitudini individuali di soggetti che hanno una libido sessuale più elevata rispetto ad altri individui, oppure etichettare come malate persone che vivono in un contesto socioculturale in cui una sessualità vivace è considerata “amorale”.

In cosa consiste il concetto di “salute sessuale”?

Love is Love:
Clinica della Coppia is LGBT FriendlyLove is Love

In che modo Internet ha influito sui nostri comportamenti sessuali?
  • Internet ha portato a una quantità senza precedenti di porno gratuito, disponibile a chiunque disponga di un computer.
  • Molte persone sono state bombardate dalla pubblicità di siti porno.
  • Molte più persone sono state esposte al porno, inclusi bambini e adolescenti.
  • Attraverso i social è stato più semplice trovare e condurre una relazione online, o incontri online attraverso siti come Tinder.
Quali sono i sintomi della dipendenza da sesso?

Il desiderio e l’espressione sessuale nelle persone con dipendenze sessuali sono comunemente considerati difficili da gestire e spiacevoli, in netto contrasto con il modo in cui vengono considerate le esperienze sessuali “sane”, che sono in genere descritte come appaganti e soddisfacenti, sia sul piano fisico, sia sul piano psicologico. La dipendenza dal sesso provoca, inoltre, molto disagio non solo alle persone colpite, ma anche ai loro familiari.

Cosa è la  “dipendenza da cybersex”?

Si tratta di una dipendenza dalla pornografia e da interazioni sessuali online con diversi partner.

Intervista su Relazioni Familiari


Il Dr. Walter La Gatta presta la sua attività professionale su Clinica della Coppia come Direttore Scientifico e Terapeuta Senior

Cosa è il disturbo da ipersessualità?

Il disturbo è classificato all’interno dell’ICD-11 (International Classification of Desease for Mortality and Morbility Statistics) con il codice 6C72,  all’interno della sessione dei disturbi del controllo degli impulsi.

Secondo la definizione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), che pubblica il manuale ICD,  il disturbo da comportamento sessuale compulsivo (Compulsive Sexual Behaviour) è caratterizzato dall’incapacità di controllare i propri impulsi sessuali ed attuare comportamenti sessuali ripetitivi.

I sintomi consistono nel il reiterare continuamente i comportamenti sessuali, malgrado questo generi conseguenze negative nella vita dell’individuo, o gli rechi poca o nessuna soddisfazione. I comportamenti sessuali compulsivi devono persistere per almeno sei mesi e causare conseguenze significative all’interno della sfera personale, familiare, sociale, educativa, occupazionale o in altri importanti ambiti funzionali del soggetto.

Il disturbo da ipersessualità è legato anche ad altri disturbi?

Si, molto spesso si manifesta in concomitanza con altri disturbi, come il disturbo bipolare o le sindromi depressive.

Dr. Walter La Gatta


Ipnosi clinica

Il Dr. Walter La Gatta presta la sua attività professionale su Clinica della Coppia
come Direttore Scientifico e Terapeuta Senior

Immagine:
Pixabay

Playlist dal Canale YouTube di Psicolinea.it

 

Di Dr. Walter La Gatta

PSICOLOGO-PSICOTERAPEUTA SESSUOLOGO di Ancona - Psicoterapie individuali e di coppia online - Sessuologia (Sessuologia Clinica, individuale e di coppia) - Tecniche di rilassamento e Ipnosi - Disturbi d’ansia, timidezza e fobie sociali Per appuntamenti: 348 – 331 4908 Sito personale: www.walterlagatta.it Altri Siti: www.psicolinea.it www.clinicadellatimidezza.it www.festivaldellacoppia.it ISCRIVITI ALLA PAGINA FACEBOOK! w.lagatta@psicolinea.it Tel. 348 3314908 Il Dr. Walter La Gatta presta la sua attività professionale su Clinica della Coppia come Direttore Scientifico e Terapeuta Senior.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *