• 24 Maggio 2024 23:33

Clinica della Coppia

Che l'amore è tutto è tutto quello che sappiamo dell'amore. Emily Dickinson

La crisi del rapporto penetrativo

La crisi del rapporto penetrativo

Terapie Online Giuliana Proietti

Lo iato crescente, in questi ultimi anni, tra vita sessuale e riproduttiva, ha sconvolto definitivamente le regole del gioco nella coppia, mandando in crisi il rapporto penetrativo praticato fra partners eterosessuali.

La crisi del rapporto sessuale completo tuttavia non è esattamente una novità: i primi segnali di “pericolo” arrivarono nell’ormai lontano 1976, con il Rapporto Hite sulla sessualità femminile.

Shere Hite sconvolse allora molte coscienze, spiegando a chiare lettere che nella donna non era necessaria la penetrazione, per arrivare al piacere sessuale, poiché ciò che eccitava sessualmente la partner femminile era in massima parte la stimolazione del clitoride.

A30/A8

Nel corso degli anni, le rivelazioni su questo argomento si sono evolute ed ampliate: si è appreso ad esempio che il clitoride è dotato di ampie ramificazioni interne, mentre la vagina è molto poco innervata,  per cui una stimolazione in quest’area non sempre produce l’orgasmo (Il 40% delle donne afferma infatti che la penetrazione non è necessaria per un rapporto sessuale soddisfacente, anche se molte trovano piacevole la penetrazione e capace di provocare loro un orgasmo).

La teoria freudiana secondo la quale vi sarebbero due tipi di orgasmo femminile:  un orgasmo vaginale, (quello della donna sessualmente matura), e un orgasmo clitorideo, (risultato di un piacere sessuale femminile “immaturo“) è stata invece chiaramente smentita.

Questa rivoluzione nel costume sessuale ha fatto si che molte donne, che un tempo si sarebbero lamentate per non aver mai provato l’orgasmo (vaginale), oggi si sentano perfettamente “normali”, anche attraverso l’orgasmo clitorideo. Per molti uomini invece la fine del mito della penetrazione è ben più difficile da digerire: i più anziani restano infatti piuttosto confusi ed increduli sul piacere femminile ottenuto in modi diversi dal classico rapporto penetrativo. Non così fra i più giovani, i quali, nati dopo la rivoluzione sessuale, tendono a concepire l’atto sessuale come un momento di scambio erotico, considerando il loro pene più come uno strumento di piacere, anziché di potere.


TERAPIE SESSUALI - CLINICA DELLA COPPIA

La crisi del rapporto penetrativo è stata sicuramente positiva per la vita sessuale delle coppie composte da una donna e da un uomo, poiché oggi si sentono libere di ricorrervi o meno, senza obblighi.  La donna, grazie anche agli anticoncezionali, è riuscita a dimenticare l’atavica paura della gravidanza non desiderata: non solo non si sente più obbligata alla penetrazione, ma soprattutto ha avuto accesso al piacere sessuale, potendo evitare così le umilianti simulazioni dell’orgasmo, per compiacere il proprio uomo.

Il fatto che ognuno sia libero di dare e ricevere piacere a suo modo non può che essere letto come un progresso, così come un progresso è, dal punto di vista scientifico, la liberazione dell’orgasmo femminile da quel macigno di false teorie freudiane sulle donne che, dando un’eccessiva importanza al rapporto vaginale, inchiodavano la donna al suo ruolo passivo e subalterno, nella relazione di coppia, come nella sessualità.

Questo tuttavia non è senza conseguenze: infatti, se la donna, per raggiungere il piacere, non ha più bisogno del pene, non ha più bisogno neanche dell’uomo… Ecco spiegato perché gli ambienti più conservatori resistono e cercano in tutti i modi di dimostrare che le cose, dal punto di vista genitale, non stanno così.

La ricerca spasmodica del punto G (mai realmente localizzato) va sicuramente in questa direzione.

Dr. Giuliana Proietti


Problemi di coppia? Chiamaci



Immagine:

Outsider80    Wikimedia


TERAPIE SESSUALI - CLINICA DELLA COPPIA


LGBT friendly
La Dr.ssa Giuliana Proietti presta la sua attività professionale su Clinica della Coppia
come Direttrice Scientifica e Terapeuta Senior

 

Di Dr. Giuliana Proietti

Psicologa Psicoterapeuta Sessuologa di Ancona ● Attività libero professionale, prevalentemente online ● Saggista e Blogger ● Collaborazioni professionali ed elaborazione di test per quotidiani e periodici a diffusione nazionale ● Conduzione seminari di sviluppo personale ● Attività di formazione ed alta formazione presso Enti privati e pubblici ● Co-fondatrice dei Siti www.psicolinea.it, www.clinicadellacoppia.it, www.clinicadellatimidezza.it e delle attività loro collegate, sul trattamento dell’ansia, della timidezza e delle fobie sociali e del loro legame con la sessualità. Sito personale: www.giulianaproietti.it La Dr.ssa Giuliana Proietti presta la sua attività professionale su Clinica della Coppia come Direttrice Scientifica e Terapeuta Senior.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *