• 24 Maggio 2024 22:54

Clinica della Coppia

Che l'amore è tutto è tutto quello che sappiamo dell'amore. Emily Dickinson

Come e quando gli uomini fingono l’orgasmo

orgasmo

Come e quando gli uomini fingono l’orgasmo

Dr. Walter La Gatta

Il Dr. Walter La Gatta presta la sua attività professionale su Clinica della Coppia come Direttore Scientifico e Terapeuta Senior

La maggior parte della ricerca sulla finzione dell’orgasmo è stata condotta su donne (Braun, Gavey, e McPhillips, 2003; Cooper, Fenigstein, e Faubert, 2014; Dove & Wiederman, 2000; Fahs, 2014; McCoy, Welling, e Shackelford, 2015; Quintero, Gómez, e Uribe, 2013; Wiederman, 1997). 

In questi casi le cause sono risultate essere la distrazione durante il sesso (Dove & Wiederman 2000 ), il livello di esperienza sessuale, le attitudini sessuali, l’attrazione fisica percepita (Wiederman, 1997).

Nei campioni composti da studentesse, la finzione dell’orgasmo è risultatat presente con una frequenza che va dal 55,6% (Wiederman, 1997) al 65% delle partecipanti (Bryan, 2001; Muehlenhard & Shippee, 2010).

La terapia di coppia offre
un percorso verso il cambiamento,
immediato e duraturo.
La terapia di coppia offre un percorso verso il cambiamento - Clinica della Coppia

A studiare questo fenomeno negli uomini sono stati pochi autori (Muehlenhard & Shippee, 2010; Steiner, 1981), forse a causa del fatto che si ritiene difficile o impossibile per gli uomini fingere l’orgasmo, dal momento che gli orgasmi sono solitamente accompagnati dall’eiaculazione, un indicatore fisico difficile da nascondere (Braun et al., 2003).

Nonostante questo fatto però, alcune ricerche hanno indicato che dal 17% (Séguin, Milhausen, e Kukkonen, 2015) al 25% (Muehlenhard & Shippee, 2010) dei giovani adulti fingono l’orgasmo, attraverso i vocalizzi tipici della situazione o attraverso espressioni verbali  (ad esempio dicevano alla partner che stavano raggiungendo l’orgasmo).

L’urologo Abraham Morgentaler (2013) ha riferito di aver conosciuto nella sua pratica clinica uomini che fingevano l’orgasmo, in particolare uno, che era sicuro che la partner non se ne sarebbe mai accorta visto l’alto livello di lubrificazione che lei raggiungeva nei rapporti. Un altro sistema comune per non essere controllati nell’eiaculazione è quello di usare il preservativo.

La ricerca qualitativa ha scoperto che le donne che fingono l’orgasmo lo fanno per non dare un dispiacere al partner (Roberts, Kippax, Waldby, e Crawford, 1995; Salisbury & Fisher, 2014), per facilitare l’orgasmo maschile in in modo che il rapporto termini presto (Fahs, 2014; Opperman, Braun, Clarke , e Rogers, 2014), o per nascondere propri sentimenti di inadeguatezza e di vergogna (Fahs, 2014).

Gli uomini nello studio di Muehlenhard e Shippee (2010) riportano di avere finto l’orgasmo perché la cosa richiedeva troppo tempo o sembrava loro impossibile (84%) o perché desideravano che l’incontro sessuale terminasse al più presto (82%). In un altro studio, Séguin e colleghi (2015) hanno scoperto che gli uomini hanno maggiore probabilità, rispetto alle donne, di fingere l’orgasmo perché avevano bevuto o assunto sostanze, oppure perché la partner non era desiderabile, o per mantenere un’immagine positiva di se stessi.

 

Le motivazioni degli individui che fingono l’orgasmo possono essere comprese meglio se osservate attraverso la lente teorica degli script sessuali. Nel contesto della sessualità, gli script (o copioni) forniscono significato e informazioni su come, quando e perché si verificano i rapporti sessuali. Gli script sessuali sono culturalmente determinati, creano significato, e consentono alle persone di interpretare o capire il loro comportamento e quello del/della partner (Simon & Gagnon, 1984, 1986).

Questi script sessuali operano dunque come linee guida a livello sociale collettivo, dettando una sequenza di comportamenti previsti, nel corso dei quali gli individui mettono in atto dei ruoli specifici (Parker, 2010), o specificano gli obiettivi sessuali appropriati (Irvine, 2003).

Utilizzando questi copioni gli uomini e le donne cercano di apparire “normali” provando un orgasmo e rassicurando così i loro partner sul fatto che le “tecniche” sessuali utilizzate nel rapporto sono adeguate (Cooper et al, 2014;. Roberts et al., 1995).

Normalmente si pensa che l’uomo debba sempre arrivare all’orgasmo in un rapporto (coito imperativo) e che l’orgasmo costituisca la più alta forma di godimento sessuale, l’unico risultato desiderato, e anche l’unico metodo per finire un incontro sessuale. Alla luce di questi discorsi, un uomo che non si sente in grado di avere un orgasmo o non desidera affrontare una situazione imbarazzante (ad esempio terminare il rapporto sessuale senza orgasmo) sceglie di simulare l’orgasmo per terminare “normalmente” il rapporto, senza mettere in discussione l’adeguatezza sessuale, propria e della partner.

A13

Vi è poi il discorso della reciprocità, per cui un rapporto sessuale non appare “equo” se non porta piacere e orgasmo ad entrambi i partner: la mancanza di reciprocità in questa materia è vista ormai come problematica (Braun et al., 2003), in quanto si cerca di favorire la parità fra i sessi e dunque il diritto di avere un orgasmo, ma anche di darlo al/alla partner. Un uomo dunque potrebbe fingere l’orgasmo per dare alla partner la parvenza di uguaglianza nello scambio sessuale (reciprocità dell’orgasmo), adempiendo in tal modo alle aspettative di lei evitandole di sperimentare il senso di colpa per non essere riuscita a dare ciò che l’altro si attendeva da lei.

Un recente studio (Léa J. Séguin , Robin R. Milhausen 2016) ha osservato i comportamenti di un campione di 230 uomini (18-29 anni) che avevano finto l’orgasmo con la partner attuale (in relazioni che duravano da almeno un mese) almeno una volta. Lo studio è stato pubblicato sul Journal of Sexual and Relationship Therapy da ricercatori dell’università del Quebec di Montreal e dall’università di Guelph in Ontario, Canada.

I partecipanti hanno dovuto compilare diversi questionari, per spiegare i loro comportamenti sessuali.


TERAPIE SESSUALI - CLINICA DELLA COPPIA

Risultati:

In media gli uomini avevano finto l’orgasmo il 29% delle volte con la attuale partner, cioè una volta ogni tre rapporti, per le seguenti ragioni (nell’ordine):

  • Autostima della partner (es. “Voglio renderla felice”)
  • Tempo (es.“Lei stava per raggiungere l’orgasmo”)
  • Intossicazione (es. “Ero ubriaco”)
  • Mancanza di desiderio (es. “Non ne avevo voglia”)
  • Mostrarsi migliore (es. “Volevo apparire più sexy”)
  • Insicurezza (es. “Non voglio perdere la mia partner”)
  • Relazione o partner insoddisfacente (es. “Fare sesso era disgustoso”)

I ricercatori dunque sono giunti alla conclusione che essere in una buona relazione sentimentale può essere una motivazione più che valida perché l’uomo possa fingere l’orgasmo (e non il contrario), perché gli uomini soddisfatti della relazione, ma che per qualche motivo sentono di non poter raggiungere l’orgasmo, cercano di non ferire la partner con una prestazione che loro potrebbero giudicare offensiva o preoccupante, dal momento che ritengono che il piacere sessuale non reciproco non sia generalmente percepito come desiderabile e a volte possa perfino sembrare “sleale” (Braun et al., 2003).

La simulazione dell’orgasmo nei casi di studio è avvenuta durante tutti i tipi di attività sessuale, ma più comunemente durante la penetrazione vaginale (motivi: scarso desiderio sessuale, scarsa soddisfazione sessuale o nella relazione).

Che gli uomini fingano l’orgasmo, e che lo facciano più comunemente durante il sesso vaginale, è coerente con le proposizioni della teoria del copione sessuale (Simon & Gagnon, 1986; Wiederman, 2005) perché in questo modo gli uomini sentono di comportarsi come dovrebbero, dal momento che l’attività sessuale “deve” normalmente terminare con l’orgasmo (McPhillips et al., 2001).

Dr. Walter La Gatta


Ipnosi clinica

Il Dr. Walter La Gatta presta la sua attività professionale su Clinica della Coppia
come Direttore Scientifico e Terapeuta Senior

Playlist dal Canale YouTube di Psicolinea.it

 

Fonte:

Not all fakes are created equal: examining the relationships between men’s motives for pretending orgasm and levels of sexual desire, and relationship and sexual satisfaction
Léa J. Séguin , Robin R. Milhausen
Sexual and Relationship Therapy
Vol. 31, Iss. 2, 2016

Immagine:
Flickr

Di Dr. Walter La Gatta

PSICOLOGO-PSICOTERAPEUTA SESSUOLOGO di Ancona - Psicoterapie individuali e di coppia online - Sessuologia (Sessuologia Clinica, individuale e di coppia) - Tecniche di rilassamento e Ipnosi - Disturbi d’ansia, timidezza e fobie sociali Per appuntamenti: 348 – 331 4908 Sito personale: www.walterlagatta.it Altri Siti: www.psicolinea.it www.clinicadellatimidezza.it www.festivaldellacoppia.it ISCRIVITI ALLA PAGINA FACEBOOK! w.lagatta@psicolinea.it Tel. 348 3314908 Il Dr. Walter La Gatta presta la sua attività professionale su Clinica della Coppia come Direttore Scientifico e Terapeuta Senior.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *