matrimonio

Mentre nella maggior parte dei Paesi europei le leggi si fanno via via più restrittive quando si tratta di matrimoni con cittadini stranieri (gli ostacoli maggiori sembra li ponga la Germania, preoccupata del fatto che il matrimonio sia solo un modo per ottenere un permesso di soggiorno), vi è un’isola danese, Aeroe, auto-procalamatasi città-fiaba, per le sue caratteristiche costruzioni, i paesaggi nordici e il grazioso lungomare, che si sta distinguendo per la semplicità con cui avvengono i matrimoni (10 minuti in tutto, cerimonia in lingua inglese).

Ovviamente si paga per sposarsi. Secondo Otto Joergen Joergensen delle informazioni Turistiche di Aeroe, i matrimoni sono diventati un business di circa 7 milioni di corone (1 milione di euro) l’anno, per la piccola isola che conta non più di 7.000 anime.

La notizia sta circolando fra i cittadini extra-comunitari, che si stanno organizzando per andarsi a sposare in Danimarca. Sorgono anche agenzie specializzate. L’agenzia di Berlino Karsten Thom, ha lanciato il suo “Leicht gemacht Heiraten” (“Il matrimonio facile”) nel 2003: per circa 400 euro, l’agenzia fornisce i documenti, si occupa del viaggio in Danimarca e fissa un appuntamento con il Comune dove ci si va a sposare.

Ma di agenzie ce ne sono già molte. Eccone una, ad esempio.

Le coppie devono fornire un documento di identità, a dimostrazione che sono entrati nel paese legalmente e produrre i necessari documenti se sono divorziati.

Naturalmente la Danimarca offre anche uno dei più alti livelli di libertà in tutto il mondo per la sua comunità LGBT. Le relazioni omosessuali sono state legalizzate nel 1933 e dal 1977 l’età del consenso (età in cui si può fare sesso in modo considerato consapevole) è scesa a 15 anni, indipendentemente dall’orientamento sessuale o dal genere sessuale.

La Danimarca è stato inoltre il primo Paese al mondo a concedere un riconoscimento legale alle unioni omosessuali, in forma di “unioni registrate”, nel 1989. Dal 15 giugno 2012 questa legge è stata resa ancora più liberale, tanto che oggi le coppie omosessuali hanno il diritto di sposarsi in Chiesa.

Cosa ne dicono i vescovi?  Molti lo considerano un fatto “storico”, mentre altri dicono che questa legge viola la costituzione, perché infrange la libertà religiosa e il diritto delle persone di praticare la loro fede.

Insomma, una intromissione dello Stato nelle cose della Chiesa. Da noi succede ancora al contrario. Resta il fatto che la Danimarca sembra aver scoperto nel matrimonio, omo ed etero, un vero business, tanto che molti la chiamano già la Las Vegas europea.

Dr. Walter La Gatta

Fonte: Le Danemark, nouveau «Vegas européen» pour les couples La presse

Guarda il video di Repubblica

Immagine:
Las Vegas, cappella dei matrimoni, Pocheco, Flickr

Dr. Walter La Gatta on EmailDr. Walter La Gatta on FacebookDr. Walter La Gatta on LinkedinDr. Walter La Gatta on RssDr. Walter La Gatta on Twitter
Dr. Walter La Gatta
Psicoterapeuta Sessuologo Ancona - Terni | Ellepi Associati Ancona - Terni
PSICOLOGO-PSICOTERAPEUTA
Ancona - Terni

- Psicoterapie individuali e di coppia
- Sessuologia (Sessuologia Clinica, individuale e di coppia)
- Tecniche di rilassamento e Ipnosi
- Disturbi d’ansia, timidezza e fobie sociali

Studio di Ancona - Terni
per appuntamenti: 348 – 331 4908

CONDIVIDI I MIEI AGGIORNAMENTI SU FACEBOOK!
Dr. Walter La Gatta Sessuologo Psicoterapeuta - Ancona Terni

Tweets di @WalterLaGatta

Visita il nostro Canale YouTube

Per le collaborazioni con i media visita la pagina Media e Social Media

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *