sessuologo

mi chiamo L., ho 24 anni, e da sempre ho avuto “problemi” legati all’aspetto sessuale, a volte molto evidenti a volte superabili.
faccio una premessa.
all’età di 18 anni ho iniziato a prendere una compressa di Propecia al giorno perchè ho iniziato ad avere una caduta di capelli. il dermatologo disse che in alcuni casi questo poteva portare a un calo del desiderio sessuale, ma essendo io vergine non ho mai potuto constatare se ci sono state variazioni. per quanto riguarda la masturbazione non ricordo che ci siano state differenze tra prima e dopo. 
mi masturbo più o meno 2-3 volte la settimana, dipende dai periodi e se ho una relazione, a volte capita anche 3 volte al giorno e questo coincide di solito quando sto triste oppure ho molto tempo libero. mi masturbo praticamente sempre vedendo video porno oppure scene sexy di film. se il porno è senza “storia” di solito non mi piace. non mi eccitano i video in cui si fa solo sesso. proprio per questo di solito preferisco gli italiani (la voce mi eccita molto) e mi piace se è la donna a prendere iniziativa. nutro qualche fantasia per donne che dominano, ma senza dolore fisico ecc, credo che questa fantasia sia sempre legata al fatto che mi piace la donna passionale che per me si traduce in una donna a cui piace condurre il gioco.

detto questo.

Ho sempre avuto difficoltà in adolescenza ad avvicinarmi al mondo femminile, per una mia timidezza. questa timidezza è stata superata anni fà, mi rimane solamente quando mi trovo con tante persone che non conosco, ma in uscita a due con una ragazza non sono per niente timido.

all’età di 20 anni ho perso la verginità, lo so è che molto strano, ma la mia prima volta è stato un rapporto a 3. con un uomo e la sua donna di 30anni. durante i preliminari ho avuto l’erezione che poi è andata persa durante il rapporto, sia perchè il preservativo se ne usciva, sia perchè ricordo ancora che “non sentivo” il rapporto.

ci ho riprovato un’altra volta ed è stato lo stesso, anche se ho sentito qualcosa in più.

questa volta però dopo ha provato a farmi venire con preliminari ma non sono riuscito a venire, neanche masturbandomi da solo con lei a fianco (l’uomo si era andato a fare un giro 🙂

ho detto questa difficoltà a mio padre anche perchè ero molto spaventato (ho omesso che eravamo a 3) e sono andato da un sessuolgo.

con cui ho avuto un discorso di un’ora e all’inizio mi ha fatto domande estrane all’aspetto sessuale che forse sono utili e quindi sintetizzo qua.

sono laureato. i miei interessi principali sono cinema fumetti e fotografia. leggo repubblica ogni giorno. ho 3-4 amici più stretti (anche se non direi strettissimi) e varie conoscenze. ho fatto sempre sport (anche a livello nazionale) anche se sono stato sempre un pò apatico. non fumo, non bevo (max 1 birra a settimana e 1/2 bicchiere di vino durante i pasti). non esco molto perchè non mi piace fare sempre le stesse cose e mi annoio. forse per questo mi piace molto vedere film e leggere. e anche perchè abito in un piccolo paese vicino una piccola città e quindi le attrattive non sono molte. sono un pò malinconico e mi sono sempre sentito “diverso” nel modo di pensare e di fare.

il sessuolgo in sintesi mi disse che lui non riscontrava problemi,anzi disse che ero una persona interessante e che dovevo solo riprovare forse con un’altra ragazza (anche se con lui ho omesso che eravamo a 3). comunque la trentenne era bella e mi eccitava (mentalmente ma a quanto pare non fisicamente).

l’incontro con il sessuologo non mi è sembrato molto utile perchè a parte che non conosceva il farmaco propecia, ma poi le domande mi sembravano estranee e non ho avuto suggerimenti pratici, ma molto vaghi. tipo “dipende dalla ragazza, dal posto,” cose cosi.
dopo questa volta sono stato con una ragazza con cui mi sono fidanzato “ufficialmente”.

lei era vergine e quindi le prime volte ci sono state un pò di difficoltà, ma poi è andata bene. le prime volte venivo due volte (ma dopo 2 mesi circa riuscivo a venire solo una volta, a meno che non passava molto tempo). con lei riuscivo a controllarmi anche, di solito aspettavo che veniva e poi venivo io. avevo erezioni lunghe. anche se dopo i primi mesi ricordo che era più frequente che dovesse stimolarmi oralmente per farmi eccitare. ed è questa una cosa che ho sempre notato anche con i rapporti che ho avuto dopo, di solito ho sempre avuto bisogno di una stimolazione “diretta” e invece (siccome faccio domande di questo genere) le ragazze mi hanno detto che di solito bastavano i baci per far eccitare un ragazzo. e anche questo mi è sempre sembrato molto strano.

comunque con questa ragazza sono stato 7 mesi e gli ultimi tempi riuscivo a fare l’amore solo se lei si metteva sopra, altrmenti se stavo io sopra dopo un pò perdevo l’erezione, o forse la perdevo anche quando lei stava sopra ma non al punto di farlo uscire. gli ultimi tempi comunque avevo poca voglia di fare l’amore con lei, e pure questo mi ha fatto preoccupare visto che mi sembrava strano che dopo 7 mesi con una persona che comunque ci tenevo molto avessi già perso lo stimolo sessuale. se mi masturbavo il giorno prima di vederla, il giorno dopo avevo serie difficoltà ad avere un erezione. l’ho fatto con il preservativo e mi piaceva esteticamente e mentalmente.

poi ho avuto una parentesi con una ragazza che mi stimolava manualmente e avevo erezioni, anche se erano più toccatine e non mi faceva venire

poi con una ragazza con cui mi sono frequentato per un pò, riuscivo ad avere rapporti solo senza preservativo, lei non faceva preliminari. mi dovevo stimolare da solo e poi però se mettevo preservativo perdevo erezione durante rapporto. riusciva a farmi venire manulamente. mi piaceva esteticamente ma non tanto sessualmente perchè era timida
poi sono stato una sera con una donna di 45 anni che prendeva la pillola e quindi ho fatto sesso senza preservativo e sono venuto due volte (anche se quasi subito ed è stata l’unica volta nella mia vita, di solito non vengo facilmente)ed ero riuscito anche ad iniziare un rapporto la terza volta ma poi ho perso l’erezione.esteticametne mi piaceva cosi cosi.
con questa donna sono stato due anni dopo, però questa volta volevo usare il preservativo, ma non ho potuto neanche metterlo perchè non ho avuto erezione neanche durante i preliminari

poi con una ragazza con cui durante i preliminari non ho avuto problemi ma ho perso l’erezione subito durante il rapporto (anche se questa volta credo c’erano le attenuanti perchè stavo in un bagno, e mi scappava pure la pipi, e mi sembrava brutto fare prima la pipi) mi piaceva esteticamente. l’ho fatto con preservativo

poi con una donna di 30 anni con cui non ho avuto problemi di erezione, anche se l’ho fatto senza preservativo e poi mi ha fatto venire manualmente, anche se sentivo di poter venire anche durante il rapporto. questa donna esteticamente non mi piaceva per niente.

poi con una donna di 29 anni con cui è andato tutto bene anche con preservativo. neanche questo esteticamente mi piaceva. mentalmente si.
poi con una donna di 40 anni ci sono state toccatine e avevo erezione. mi piaceva esteticamente, non mentalmente.

poi con una ragazza con cui durante i preliminari è andato tutto bene, e io credevo anche di fare sesso ma poi mi ha detto aveva le mestruazioni, sono venuto manualmente. neanche questa mi piaceva esteticamente

poi mi sono visto più volte con una ragazza con cui avevo erezione durante i preliminari e venivo anche, però con cui non ho fatto sesso. mi piaceva esteticamente, non mentalmente.

poi con una ragazza che mi eccitava molto ma ho avuto serie difficoltà ad avere un rapporto e anche i preliminari. poi ci sono riuscito ma solo senza preservativo e per poco tempo. e solo se lo stimolavo io..se faceva lei perdevo erezione. mi piaceva esteticamente cosi cosi, mentalmente pure.
poi con una ragazza con cui è successa una cosa particolare. siccome con la precedente non era andata bene, comunque il pensiero che andasse male l’avevo, invece ho avuto un erezione incredibile. mi è durata tantissimo anche con preservativo e anche se durante il rapporto pensavo,ma comè possibile visto ke durante il rapporto avevo sempre la percezione di “sentire” e infatti non sono riuscito a venire.

questa ragazza l’ho rivista 1 mese dopo, e ho fatto di nuovo sesso e questa volta l’ho sentito un pò di più anche se sono riuscito a venire solo manualmente.

e poi ancora un’altra volta e anche questa volta ho avuto un erezione prolungata e anche questa volta non sentivo tanto e sono riuscito a venire solo manualmente. mi piaceva cosi cosi esteticamente e mentalmente mi piaceva.
poi con una donna di 40 anni con cui non ho avuto problemi, anche se non ho fatto sesso ma sono venuto manualmente, neanche questa mi piaceva esteticamente.

poi con una ragazza con cui ci sono state toccatine e ho avuto erezione.ma niente di più
tutto questo è successo in 4 anni,poi da 3 mesi esco con una ragazza che mi piace molto ed è la più bella ragazza con cui sia stato, e mi piace anche molto parlare con lei e per la seconda volta anche con lei ho intrapreso un rapporto “serio”. lei siccome è molto bella ha avuto sempre il timore che i ragazzi volessero il suo corpo e non lei. siccome mi piace molto parlare con lei e voglio costruire qualcosa di “serio” non ci ho mai provato a fare l’amore con lei. neanche a toccarla nelle parti intime. anche se ci sono stati momenti in cui avevo la possibilità. dopo che ci siamo baciati la prima volta (il 19 dicembre, e l’ho conosciuta 1 mese prima anche ci eravamo visti solo 2 volte perchè lei studia fuori) non mi sono masturbato più, in un mese solo una volta). circa 2 settimane dopo il bacio lei mi dice che vuole fare l’amore con me. non lo facciamo quella sera. ma qualche giorno dopo, ci iniziamo a baciare e ho sentito un accenno di erezione, poi sul letto buio più totale. non ho avuto un erezione. stimolandolo direttamente io, e poi un pò lei con la mano. ci ho riprovato per un pò ma non ci sono riuscito. ho stimolato lei oralmente e ha avuto un orgasmo e a me eccitava molto sentirla venire ma comunque non ho avuto un erezione. le ho detto subito che già in passato avevo avuto di questi problemi (anche se raramente prima del rapporto). poi ci abbiamo riprovato dopo 2settimane, e questa volta lei mi ha stimolato sia verbalmente che manualmente ..ci ho provato anche da solo..ma niente..erezione zero, neanche l’accenno. e mi chiedo come sia possibile con una ragazza che mi piace tanto esteticamente e mentalmente. e per questo ho deciso di scrivere quest’email. lei è stata molto comprensiva e all’inizio si sentiva in colpa perchè pensava fosse perchè non era brava lei.

poi prima di riprovarci la seconda volta, un giorno ci baciavamo su una panchina e lei si è seduta a cavalcioni su di me e si è strusciata e ho avuto erezione.
in linea più generale, con un rapporto orale non riesco di solito a venire, se ho erezione e non c’è stimolazione diretta o penetrazione perdo facilmente erezione.quando sento di non avere erezione è come se sento un blocco.(anche se nn capisco da cosa dipenda) e non credo dipenda molto da ansia da prestazione, visto che l’erezione più lunga l’ho avuta con una ragazza con cui non “sentivo” tanto il rapporto e mentre lo facevo mi sono fatto mille domande e comunque l’erezione non l’ho persa.

non ho problemi di salute, tranne la tiroide da tenere sotto controllo e un operazione alle anedoidi.
ho sempre avuto sogni bagnati fino ai 17-18 anni (non so se sono smessi con l’assunzione della propecia).

in media ne avevo almeno uno la settimana..dopo i 18 anni ne avrò avuto un paio all’anno.

a volte quando sento di non avere erezione, penso a un porno che mi ha eccitato, di solito sono riuscito poi sempre ad avere erezione, solo che poi il più delle volte l’erezione avuta in questo modo la perdevo presto, anche se però devo dire a volte ha funzionato. con l’ultima ragazza avevo pensato di farlo ma sinceramente non ho voluto usare questo “trucco” perchè mi sentivo a disagio con lei, mi sembrava assurdo che dovessi estraniarmi per eccitarmi e volevo eccitarmi per lei.
ho un pene che misura 14 cm. siccome anche quando ho erezione riesco a coprire il glande con la pelle io mi sono masturbato sempre con il glande coperto (questa cosa non l’ho riscontrata tra i miei amici). qualche volta mi sono masturbato con il glande scoperto ma poi oltre al fatto che mi piaceva un pò di più con il glande coperto anche per questioni di pulizia l’ho fatto sempre nel primo modo. non so se è dovuto a questo ma ho il glande molto sensibile, mi da fastidio se viene toccato con un dito (non bagnato) oppure se nella masturbazione la mano ci va sopra, e quindi anche per questo quando mi stimolano manualmente il glande è sempre coperto. (oralmente invece è scoperto, e anche durante l’atto).

ho cercato di essere più esauriente possibile, forse anche troppo. e per questo volevo farle qualche domanda.
1 da quello che le ho scritto lei cosa ne pensa?
2 è possibile che se non mi masturbo per un pò poi la voglia invece di aumentare mi diminuisce?per esempio quando non mi sono masturbato 3 settimane poi il giorno dopo che mi ero masturbato avevo tanta voglia di rifarlo.
3 come posso vedere se la propecia in tutto questo c’entra qualcosa?
4 com’è possibile che mi capita spesso di non “sentire” il rapporto?
5 com’è possibile che ho avuto reazioni cosi diverse da una ragazza e un’altra e senza collegamenti razionali? (io non sono riuscito a trovarli)
6 possibile che a 24 anni se non ho stimolazione diretta difficilmente ho erezione?
7 ci sono esercizi che posso fare? possiamo allenare ogni parte del nostro corpo e anche della nostra mente (memoria, apprendimento) penso che anche per questo ci possa essere qualcosa o no? per esempio il tantra o cose simili si poggeranno su qualche base? proprio per questo dopo la seconda volta che il mio corpo non ha avuto reazioni con l’ultima ragazza mi sono iniziato a masturbare pensando a lei. la prima volta non riuscivo a venire neanche da solo (poi dopo un pò ce l’ho fatta) le volte successive invece riuscivo ad avere erezione e a venire (anche se vengo più facilmente guardando un porno)
8. masturbarmi a glande scoperto potrebbe essere di aiuto?
9. quindi può incidere la pornografia su tutto questo? può essere utile masturbarmi pensando a lei?
grazie per l’attenzione, buona giornata

Gentilissimo,

Lei sembra considerare la prestazione sessuale in termini estremamente oggettivi. Di ogni situazione vissuta tiene infatti conto dell’età della partner, del giudizio (che quasi sembra un voto scolastico: sufficiente, buono, ottimo, sia per sé stesso, sia per la partner). Inoltre, a parte il raro caso in cui cita il piacere ricevuto dall’assistere all’orgasmo di lei, appare eccessivamente concentrato su ciò che accade al suo pene (che sente o non sente, che indossa o meno il preservativo, che ha bisogno di stimolazione manuale o no, ecc.), perdendo di vista tutti gli altri dettagli che invece influiscono sia sulla mera prestazione sessuale, sia sulla relazione con la partner e che non sono quantificabili e oggettivizzabili, come lei sembrerebbe aspettarsi.
Il comportamento sessuale non è mai slegato dal contesto, dalla storia della persona, dal suo modo di vivere le emozioni, dagli obiettivi di vita, dai modelli di riferimento, dai valori, dai desideri… Di tutte queste cose invece lei non parla, o parla pochissimo: non a caso, le opportune richieste di precisazione che le ha fatto il collega sessuologo, sono state da lei vissute come “off topic”.
Non è rilevante, per un sessuologo, sapere se lei legge tutti i giorni Repubblica o il Corriere della sera,  se ha usato anni fa una lozione per capelli o l’altra, e forse neanche quanti centimetri sia lungo il suo pene, se non ha problemi di dismorfofobia legati alla microfallia.
Decisamente più utile, per avere risposte alle sue domande, è raccontare al sessuologo dei suoi problemi di timidezza con l’altro sesso in età adolescenziale, spiegare come mai si è trovato nella situazione di fare sesso, per la prima volta, con una coppia di persone adulte (cosa che invece lei ha completamente omesso dal raccontare), oppure a cosa collega questa sua fantasia della donna che prende l’iniziativa, o anche come mai ha avuto in pochi anni tanti rapporti sessuali, ma poche storie sentimentali…
Un sessuologo non è un matematico o un ragioniere: ciò che deve capire del paziente non si basa su formule matematiche e non risponde alla legge del tutto o niente; ci sono una serie di elementi da conoscere prima di poter fare una diagnosi e suggerire una terapia.
Le consiglierei dunque di tornare da un sessuologo, per porre nuovamente tutte le sue domande, ma alla luce di quello che ho tentato di spiegarle circa la nostra professione. In questa sede non posso dirle molto di più, se non che ho la sensazione che la visione della pornografia abbia influenzato in qualche modo questo suo modo “anaffettivo” di guardare alla sessualità, facendola concentrare, perdoni la metafora, sul singolo albero, piuttosto che sulla foresta.
Credo anche che il suo modo di vivere la sessualità sia penalizzato anche da una eccessiva ansia da prestazione (se non è ansia da prestazione questo lungo elenco di performances, con tanto di votazioni, allora che cos’è?) ed anche da qualche ansia di origine ipocondriaca.
Infine, mi permetto di suggerirle una visita che lei non mi sembra abbia ancora fatto e che invece sarebbe molto utile: quella con un andrologo. Una visita obiettiva potrà soddisfare le sue curiosità e preoccupazioni riguardo alla sensibilità del glande, così come riguardo agli effetti collaterali del farmaco che sta assumendo contro la caduta dei capelli (le informazioni diffuse dalla casa farmaceutica di Propecia indicano effettivamente la possibilità di eventuali problemi di erezione, che però riguarderebbero solo due uomini su cento).
Cordialmente,

Dr. Walter La Gatta

 

Immagine:

Flandrin,_Hippolyte_(1805-1864)_-_Jeune_homme_nu_assis.._1855_-_Louvre.jpg‎  Wikimedia

Author Profile

Dr. Walter La Gatta
Dr. Walter La Gatta
PSICOLOGO-PSICOTERAPEUTA
Ancona - Terni

- Psicoterapie individuali e di coppia
- Sessuologia (Sessuologia Clinica, individuale e di coppia)
- Tecniche di rilassamento e Ipnosi
- Disturbi d’ansia, timidezza e fobie sociali

Studio di Ancona - Terni
per appuntamenti: 348 – 331 4908

CONDIVIDI I MIEI AGGIORNAMENTI SU FACEBOOK!
Dr. Walter La Gatta Sessuologo Psicoterapeuta - Ancona Terni

Tweets di @WalterLaGatta

Visita il nostro Canale YouTube

Per le collaborazioni con i media visita la pagina Media e Social Media

2 thoughts on “Il sessuologo ed i problemi della vita sessuale – Consulenza online”

  1. Non riesco più a farmene una ragione, ho 46 anni e ho sempre avuto difficoltà nei rapporti sessuali, all'inizio provavo molto dolore con il mio lui durata dieci anni la storia ma con il passare del tempo non lo facevamo più perchè io provavo molto dolore
    provato con altri patner ma è stato un disastro mi provavano e poi mi scartavano. non riuscivo mai ad arrivare all'orgasmo solo masturbandomi da sola riuscivo..
    poi ultimamente mi si è avvicinato un'uomo mi ha proposto di fare sesso sensa
    avere nessuna relazione si voleva divertire e basta
    io mi sono lasciata andare perchè in un momento terribile della mia vita,
    le prime volte non arrivavo all'orgasmo poi lui mi propone di toccarmi mentre mi penetra e miracolo arrivo all'orgamo..mi sento finalmente felice anche se non tutte le volte arrivo all'orgasmo
    lui dice che se ne accorge se una donna ha l'orgasmo o no
    nel frattempo mi dice che ha una relazione che dura da 3 anni
    io ci ho perso la testa dietro lui non so forse perchè è stato l'unico che mi ha fatto raggiungere l'orgasmo.. l'ultima volta che l'abbiamo fatto lui dopo stato gelido
    e quando mi sono fatta avanti una seconda volta si è tirato indietro e se ne è andato gambe levatesto maleio non riesco a essere passionale ma mi chiedo cos'è successo questa volta che non è andato cosa c'è in me che non va
    che tutti mi scartano, sono così dispetata
    non mi vuole neanche per divertirsi qualche volta
    firmato chi non ha più voglia di vivere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *