sesso e relazione di coppia

Decenni di ricerca scientifica hanno indicato che le relazioni sociali costituiscono un bisogno umano fondamentale (Baumeister & Leary, 1995), anche per la salute e il benessere (Holt-Lunstad, Smith, Layton, & Brayne, 2010).

La maggior parte degli studi che comparano relazioni sociali e sensazioni di benessere si sono concentrate sul sostegno sociale, trascurando tuttavia l’importanza delle interazioni non verbali, come ad esempio il sesso o le carezze (Gallace & Spence, 2010; Impett, Muise, & Peragine, 2014).  La letteratura esistente suggerisce anche una forte associazione positiva tra frequenza sessuale e benessere (Blanchflower & Oswald, 2004; Muise, Schimmack, & Impett, 2016). 

Il legame tra vita sessuale attiva e soddisfacente e il benessere individuale è stato riscontrato in diversi studi; ad esempio, in un campione americano rappresentativo, si è visto che la frequenza sessuale è associata a una maggiore felicità generale (Blanchflower & Oswald, 2004), il che vale anche per la popolazione anziana
(Laumann et al., 2006). Inoltre, i ricercatori Tion, Muise, Schimmack, et al. (2016) hanno confrontato lo stato di benessere fra persone che facevano sesso una volta alla settimana, con altri che lo facevano meno di una volta al mese: i risultati hanno mostrato che i primi erano più felici.

Il benessere generale del resto consiste nell’accumulo di eventi quotidiani positivi (Schwarz,
Kahneman, & Xu, 2009), e l’affetto fra partner è sicuramente qualcosa che contribuisce fortemente al benessere della coppia.

La cosa interessante è che le manifestazioni di affetto, così importanti nel rapporto di coppia, possono essere incentivate da rapporti sessuali frequenti, che regalano alla coppia benefici relazionali di lungo termine. Infatti, recenti studi (Debrot et al. 2017) su coppie residenti negli Stati Uniti e in Svizzera sono giunti congiuntamente a questa conclusione: “Il sesso fa sentire bene, non solo perché vengono rilasciati più ormoni o endorfine, ma anche perché si avverte di più l’affetto del proprio partner “. In altre parole, il senso di benessere ela sensazione di essere uniti, si estendono ben oltre la camera da letto.
In due di questi studi sono stati esaminati soggetti di entrambi i sessi e di tutti gli orientamenti sessuali che avevano una relazione di coppia che durava dai quattro mesi ai 30 anni.
Ciò che si voleva capire è quanto il sesso potesse giocare un ruolo nel migliorare la relazione. Effettivamente, si è visto che le persone che facevano sesso più spesso erano le più soddisfatte della vita, e questo sembra valere per uomini e donne. Il dato peraltro non ha mancato di stupire i ricercatori, visto che in genere si tende a ritenere che le donne più degli uomini tengano più all’affetto che al sesso.

Altri due studi hanno esaminato l’attività sessuale e l’affetto durante gli alti e bassi della vita quotidiana, per capire quanto essi incidevano sul benessere emotivo di ogni partner, per periodi di tempo abbastanza lunghi.
I ricercatori hanno chiesto ad ogni coppia di usare dei dispositivi palmari per registrare la loro attività sessuale ed erotica, il benessere emotivo e le espressioni verbali e non verbali di affetto quattro volte al giorno.

Per affetto in questi studi si intendeva una sorta di interazione in cui ciascuno percepisce le cure e le attenzioni che riceve dal partner; si tratta cioè di momenti amorevoli di tenerezza, come gesti premurosi, carezze o azioni da parte dell’altro.

I risultati hanno mostrato che il sesso portava a maggiori momenti di affetto non solo immediatamente dopo l’intimità sessuale, ma anche ore più tardi, o addirittura mesi, se le emozioni positive durante il rapporto erano state particolarmente coinvolgenti.

In genere si ritiene che il sesso sia solo una parte della relazione di coppia: questi studi invece ci indicano quanto sia importante l’attività sessuale in un rapporto, anche per la stessa tenuta del legame. Quando le coppie mantengono viva e intatta la dimensione sessuale infatti, questo porta miglioramenti anche in altre sfere del rapporto, oltre che un maggiore livello di rispetto verso il o la partner.

I ricercatori tendono a sottolineare che le persone che sono motivate ​​a soddisfare e a rendere felice il/la partner, sono più soddisfatte e hanno anche un partner più soddisfatto, sia a livello sessuale che relazionale. Sembra inoltre provato che le persone che condividono attività positive ed emozionanti nella loro vita quotidiana abbiano una vita sessuale più intensa. (E anche questo può essere un suggerimento per chi sta riscontrando un drammatico calo dei rapporti sessuali)

In conclusione, costruire una relazione forte richiede tempo, così come anche il sesso richiede tempo. Ecco perché è sbagliato permettere che la routine possa divorare il proprio rapporto, relegando il sesso a qualcosa di  veramente “occasionale” nella coppia: ne soffre anche la relazione.

Dr. Walter La Gatta

Fonte:

Anik Debrot, Nathalie Meuwly, Amy Muise, Emily A. Impett, Dominik Schoebi

More Than Just Sex: Affection Mediates the Association Between Sexual Activity and Well-Being, Research Gate

Immagine:
Pexels
Dr. Walter La Gatta on EmailDr. Walter La Gatta on FacebookDr. Walter La Gatta on LinkedinDr. Walter La Gatta on RssDr. Walter La Gatta on Twitter
Dr. Walter La Gatta
Psicoterapeuta Sessuologo Ancona - Terni | Ellepi Associati Ancona - Terni

PSICOLOGO-PSICOTERAPEUTA

Ancona – Terni


– Psicoterapie individuali e di coppia

– Sessuologia (Sessuologia Clinica, individuale e di coppia)

– Tecniche di rilassamento e Ipnosi

– Disturbi d’ansia, timidezza e fobie sociali


Studio di Ancona – Terni

per appuntamenti: 348 – 331 4908


CONDIVIDI I MIEI AGGIORNAMENTI SU FACEBOOK!

Dr. Walter La Gatta Sessuologo Psicoterapeuta – Ancona Terni


Tweets di @WalterLaGatta


Visita il nostro Canale YouTube


Per le collaborazioni con i media visita la pagina Media e Social Media


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *