Perdonare? Consulenza online

perdonare

Sei mesi fa ho scoperto in maniera casuale che mia moglie mi tradiva da un paio d’anni con un nostro comune conoscente nonché collaboratore della nostra azienda (lavoriamo infatti insieme).  Questa persona, che vive in un’altra città, è stata anche ospite più volte a casa nostra,  e almeno in un’occasione ha avuto rapporti sessuali con mia moglie ……. mentre io facevo la doccia!! Di fronte ad una “scoperta” di questo genere mi è letteralmente cascato il mondo addosso; quella splendida ragazza che avevo sposato 16 anni fa con cui pensavo di avere ancora un rapporto speciale, aveva passato gli ultimi due anni ad ingannarmi, a farmela sotto il naso per giunta con una persona della quale io non ho mai avuto una buona considerazione da un punto di vista personale. Ho deciso di non lasciarmi schiacciare da questa situazione e di reagire; ho affrontato mia moglie con calma senza far casino e scenate, e ho deciso di rimettermi in gioco anch’io, di cercare da questa esperienza per me dolorosissima di ricostruire un rapporto nuovo, più maturo. Sono stati mesi terribili con ripicche, rinfacciamenti e litigi ma le cose stanno gradualmente migliorando.  Ci siamo tutti e due impegnati molto per cercare di capire i reciproci punti di vista  e le proprie responsabilità e tutti i comportamenti di mia moglie dimostrano sicuramente che lei ha voglia di voltare pagina e di recuperare appieno il nostro rapporto. Abbiamo recuperato anche un’ottima intesa da un punto di vista sessuale. Dove sta allora il problema?  Il problema è che, nonostante sia stato proprio io quello che non ha pensato per un solo istante di lasciarla (mentre lei per 2/3 mesi ha tergiversato), non riesco a perdonarla. Non riesco ancora ad accettare non solo quello che ha fatto ma anche come e con chi lo ha fatto ……. So bene che il perdonare è un processo lungo e difficile ma a distanza di sei mesi a me sembra di non aver fatto alcun progresso in questa direzione e incomincio a pensare che ormai il nostro rapporto sia definitivamente segnato da quello che è successo.
Grazie in anticipo per la vostra risposta.
Williwaw

Gentile Williwaw,

E’ evidente che un tradimento non possa essere da lei così facilmente dimenticato, così come, probabilmente, sua moglie sarà per sempre perseguitata da rimorsi e sensi di colpa, riguardo alla leggerezza con la quale si è comportata. Una cosa è sicura: niente sarà mai più come prima e non sarà più possibile tornare indietro, al bel tempo che fu, prima di questo spiacevole avvenimento. La sfida ora è quella di andare avanti, cioè di creare le condizioni per costruire un rapporto completamente diverso. Del resto, il recente passato non deve essere stato poi così entusiasmate, se sua moglie ha sentito l’esigenza di trovarsi un partner-giocattolo, con il quale divertirsi per un po’, fino a gettarlo via senza rimpianti, una volta ritrovata l’intesa con lei. Forse, in un periodo di scarsa comunicazione, di incomprensioni e di mancanza di affettività, la stessa cosa che è successa a sua moglie avrebbe potuto capitare anche a lei, se si fosse presentata l’occasione giusta. Il suggerimento dunque è quello di considerare ciò che è successo come un lontano episodio del passato, che non riguarda la vostra vita attuale. Visto che nemmeno per un attimo lei ha pensato di lasciare sua moglie, è evidente che, sul piano della razionalità, lei ha ottimi motivi per decidere in tal senso (Affari? Famiglia? Valore della persona?): a questo punto sarebbe un atto di puro masochismo e di auto-sabotaggio indugiare nel ricordo e perdersi nel rancore. Il suggerimento è quello di concentrarsi sugli aspetti positivi che ancora vi legano, piuttosto che su quelli negativi che vi hanno diviso, attribuendo le colpe di quanto è successo alla vostra crisi di coppia o agli eventi esterni, piuttosto che a sua moglie. E’ un auto-inganno? Forse, ma se porta felicità, perché opporre resistenza?
Con i migliori auguri,

Dr. Giuliana Proietti

Immagine:

Jiri Hodan, PDP

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Dr. Giuliana Proietti on BloggerDr. Giuliana Proietti on EmailDr. Giuliana Proietti on FacebookDr. Giuliana Proietti on GoogleDr. Giuliana Proietti on LinkedinDr. Giuliana Proietti on Twitter
Dr. Giuliana Proietti


● Psicologa-psicoterapeuta (attività libero-professionale in Ancona e Terni)
● Responsabile scientifico del sito www.psicolinea.it
● Saggista e Blogger
● Collaborazioni professionali ed elaborazione di test per quotidiani e periodici a diffusione nazionale
● Conduzione seminari di sviluppo personale
● Attività di formazione ed alta formazione presso Enti privati e pubblici
● Esperienza in psicologia del lavoro (Orientamento e Selezione del Personale)
● Co-fondatrice dei Siti www.psicolinea.it, www.clinicadellacoppia.it, www.clinicadellatimidezza.it e delle attività loro collegate, sul trattamento dell’ansia, della timidezza e delle fobie sociali e del loro legame con la sessualità.

Scrive in un Blog sull'Huffington Post

Contatti e Consulenza con la Dr. G. Proietti

Per appuntamenti e collaborazioni professionali: 347 – 0375949 Ancona, Terni, Civitanova Marche e via Skype
Tweets di @gproietti

Visita il nostro Canale
YouTube


Per le collaborazioni con i media visita la pagina Media e Social Media

Perché sceglierla come Terapeuta: Visita la pagina 9 ragioni per sceglierci come Terapeuti

Ultimo libro: Come vivere bene, anche se in coppia, Franco Angeli, 2016

CONDIVIDI I MIEI AGGIORNAMENTI SU FACEBOOK!
Dr. Giuliana Proietti Psicologa Psicoterapeuta Sessuologa 
Foto Dr. Giuliana Proietti

Dr. Giuliana Proietti psicoterapeuta – sessuologa n. 8407 – Ordine degli psicologi del Lazio Per appuntamenti e collaborazioni: Tel. 347 …
Leggi Tutto

Dr. Walter La Gatta

Dr. Walter La Gatta psicologo-psicoterapeuta-sessuologo ANCONA – TERNI Iscritto all’Albo dell’Ordine degli Psicologi Italiani, Regione Marche n. 1039 CV BREVE …
Leggi Tutto

terapia sessuale

TERAPIA DI COPPIA TERAPIA SESSUALE I Terapeuti della coppia di Ancona – Terni – Civitanova Marche Dr. Giuliana Proietti e Dr …
Leggi Tutto

seduta singola on demand

TERAPIA DI COPPIA Appuntamenti in studio I Terapeuti della Clinica della Coppia ricevono a ANCONA (zona Torrette)  TERNI (Via Oberdan) CIVITANOVA …
Leggi Tutto

terapia di coppia

Prima volta su Clinica della Coppia? Tutte le info che cercavi sulla in una pagina: I Fondatori e Curatori del …
Leggi Tutto

COME CHIEDERE UNA CONSULENZA “PRIVATA” (CIOE’ NON PUBBLICATA NEL SITO) (Servizio a pagamento) E’ possibile inoltrare una richiesta di consulenza …
Leggi Tutto

Ci sono 2 modi per poter chiedere la CONSULENZA PSICOLOGICA GRATUITA ai Terapeuti della CLINICA DELLA COPPIA: 1) CONSULENZA PSICOLOGICA …
Leggi Tutto

psicoterapia di coppia

TERAPIA DI COPPIA ANCONA – TERNI CIVITANOVA MARCHE I Terapeuti della Clinica della Coppia ricevono a: ANCONA (ZONA TORRETTE) TERNI (Via …
Leggi Tutto

Clinica della Coppia

Salve! Sei su Clinica della Coppia, un sito interamente dedicato alla relazione di coppia, all’amore e alla sessualità. Poiché su Internet …
Leggi Tutto

Ellepi Associati Studio di psicoterapia e sessuologia

9 Ragioni per sceglierci come Terapeuti Ancona, Terni, Civitanova Marche Visita il nostro Canale YouTube Trovare uno psicoterapeuta adatto al …
Leggi Tutto

In breve l matrimonio (o la convivenza) è la tomba dell’amore? Non necessariamente. Il manuale coniuga, con linguaggio leggero e …
Leggi Tutto

LET WE HELP YOU! Don’t you speak Italian? No problem! Email us at: w.lagatta@psicolinea.it or g.proietti@psicolinea.it so we can schedule …
Leggi Tutto

About Dr. Giuliana Proietti 538 Articles
● Psicologa-psicoterapeuta (attività libero-professionale in Ancona e Terni) ● Responsabile scientifico del sito www.psicolinea.it ● Saggista e Blogger ● Collaborazioni professionali ed elaborazione di test per quotidiani e periodici a diffusione nazionale ● Conduzione seminari di sviluppo personale ● Attività di formazione ed alta formazione presso Enti privati e pubblici ● Esperienza in psicologia del lavoro (Orientamento e Selezione del Personale) ● Co-fondatrice dei Siti www.psicolinea.it, www.clinicadellacoppia.it, www.clinicadellatimidezza.it e delle attività loro collegate, sul trattamento dell’ansia, della timidezza e delle fobie sociali e del loro legame con la sessualità. Scrive in un Blog sull'Huffington Post Contatti e Consulenza con la Dr. G. Proietti Per appuntamenti e collaborazioni professionali: 347 – 0375949 Ancona, Terni, Civitanova Marche e via Skype Tweets di @gproietti Visita il nostro Canale YouTube Per le collaborazioni con i media visita la pagina Media e Social Media Perché sceglierla come Terapeuta: Visita la pagina 9 ragioni per sceglierci come Terapeuti Ultimo libro: Come vivere bene, anche se in coppia, Franco Angeli, 2016 CONDIVIDI I MIEI AGGIORNAMENTI SU FACEBOOK! Dr. Giuliana Proietti Psicologa Psicoterapeuta Sessuologa 

2 Commenti

  1. Premesso che io, ovviamente, posso parlare solo in base alla mia esperienza personale, non solo molto d’accordo sul fatto che ” …. quando la sofferenza per il tradimento subito è troppo lacerante, forse è l’amor proprio ferito che ha preso il controllo e non siamo così interessati alla persona …” .
    Io, conscio che il rapporto tra me e mia moglie non sarà mai più lo stesso, ho deciso di ricominciare. di rimettere tutto in gioco.
    Non credo però che perdonare sia un dovere assoluto e che chi non riesce a farlo sia necessariamente una persona arida e accecata dal proprio orgoglio ferito !
    Quando in un rapporto vengono inferte ferite talmente profonde da minare alla base qualsiasi possibilità di ricostruzione come si fa a criticare chi decide di tutelare se stesso e di andaresene ? Bisogna a tutti i costi tenere in vita un rapporto con una persona che non mostra reali segni di “ravvedimento”, che è convinta che “se ti ho tradito è colpa tua” ? Non credo proprio !
    Per ricostruire un rapporto ci vuole infatti il contributo di tutti e due i partner. Chi è stato tradito e riesce a perdonare probabilmente è una persona più forte, più consapevole ma nel nuovo “equilibrio” della coppia non è meno importante il contributo del “traditore” che è determinante per ricostruire un rapporto di reciproca fiducia. O no ?

  2. L’aspetto che vorrei sottolineare è che il recupero di un rapporto dopo un tradimento deve far emergere il primato di quello che che si è recuperato e non di ciò che si perso..
    Quando il partner tradito, focalizza la ferita subita e non il recupero della persona amata, finirà per vanificare il processo di ricostruzione del rapporto.L’idea che aveva di lei o di lui è certamente compromessa e non bisogna cercare di recuperarla..in questo caso il fallimento è inevitabile.

    Può aiutare guardare la persona amata con occhi nuovi, come una persona da scoprire e darle la possibilità di esprimersi,per capirla ed assimilarla in un modo che prima non avevamo esplorato.
    Se il tradimento si può inquadrare come una fase di abbandono, di obnubilamento,un momento di allontanamento nel percorso di coppia compiuto,può addirittura ridare convinzione e nuova linfa alla relazione,se aiuta a scoprire il valore originario e messo a repentaglio ,un esercizio di libertà che può avere un esito di conferma sia in un senso negazione del senso del rapporto primario, che di riaffermazione dello stesso.
    Certamente la scelta di tradire non avviene mai nel momento in cui avviene il fatto , ma si radica in vuoto che che le preesiste…anche dover resistere alla tentazione è già un chiaro indice di difficoltà del rapporto di coppia, non bisogna confondere la capacità di autocontrollo col buon funzionamento di una relazione.
    Concludo dicendo che , a mio parere,quando la sofferenza per il tradimento subito è troppo lacerante, forse è l’amor proprio ferito che ha preso il controllo e non siamo così interessati alla persona che ha iniziato le ostilità tradendo,….potevamo essere noi , quella ,e solo il caso non ha voluto così

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*