studenti

Nella rivista Student BMJ è apparso un editoriale piuttosto allarmante: gli studenti di medicina che si prostituiscono sono in aumento. Lo fanno per far fronte alle crescenti difficoltà finanziarie, causate da tasse universitarie, indebitamenti e alto costo della vita.

Uno su 10 studenti ha dichiarato di essere a conoscenza che un altro studente si è prostituito per pagare le spese universitarie.

L’editoriale, sul prestigioso giornale medico britannico, a firma Jodi Dixon, afferma tra l’altro che gli studenti, assillati dal costante aumento delle tasse universitarie, potrebbero vedere la prostituzione come un mezzo per arricchirsi velocemente.

Nel 2006, circa il 6 per cento degli studenti riferiva di essere a conoscenza che un coetaneo si prostituiva; ora, queste cifre sono aumentate fino quasi al 10 per cento, secondo la ricerca.

Un esempio eclatante di questo tipo di scelta fu quello di Natalie Dylan di San Diego, California, che nel 2009 fece notizia, per aver messo in vendita all’asta la sua verginità, allo scopo di pagarsi un Master in terapia familiare.

La Dixon ha scritto che vedere il lavoro sessuale come una fonte di finanziamento potrebbe essere anche influenzato da ciò che mostrano i media. Sotto accusa è, in particolare, il “Diario di una squillo perbene”, serie tv che si basa sulla vita di Brooke Magnanti, una ricercatrice che si è prostituita per pagarsi il dottorato in informatica, epidemiologia e scienze forensi.

In passato alcune ricerche hanno rilevato che pole e lap dance sono in genere il tipo più frequente di lavoro sessuale degli studenti. Poi ci sono gli spogliarelli e infine il lavoro sessuale vero e proprio.

“Si tratta di scelte che vanno contro i principi etici che i medici sono tenuti a rispettare”, ha affermato Carole Lieberman, psichiatra e autrice del libro “Bad Girls: Why Men Love Them & How Good Girls Can Learn Their Secrets.”

Secondo la psichiatra, gli studenti che hanno subito abusi sessuali o che provengono da famiglie in cui hanno involontariamente assistito ad incontri sessuali, sono più propensi ad esercitare il lavoro sessuale per pagarsi le bollette.

Chi ha comunque la colpa di questi comportamenti dei giovani? Secondo la Lieberman sono da biasimare tanto i genitori, che non sanno insegnare ai figli i giusti atteggiamenti verso il sesso ed anche i media, che rendono glamour un lavoro degradante come quello della prostituzione, incoraggiando le ragazze a seguire questo esempio.

Fonte:

Sex Work Among Medical Students On the Rise?ABC News

Aggiungere che il diritto allo studio dovrebbe essere garantito a tutti è troppo retrò ? Beh, scusatemi, ma io la penso così.

Immagine:

Flickr

Dr. Giuliana Proietti

Dr. Giuliana Proietti on BloggerDr. Giuliana Proietti on EmailDr. Giuliana Proietti on FacebookDr. Giuliana Proietti on GoogleDr. Giuliana Proietti on LinkedinDr. Giuliana Proietti on Twitter
Dr. Giuliana Proietti


● Psicologa-psicoterapeuta (attività libero-professionale in Ancona e Terni)
● Responsabile scientifico del sito www.psicolinea.it
● Saggista e Blogger
● Collaborazioni professionali ed elaborazione di test per quotidiani e periodici a diffusione nazionale
● Conduzione seminari di sviluppo personale
● Attività di formazione ed alta formazione presso Enti privati e pubblici
● Esperienza in psicologia del lavoro (Orientamento e Selezione del Personale)
● Co-fondatrice dei Siti www.psicolinea.it, www.clinicadellacoppia.it, www.clinicadellatimidezza.it e delle attività loro collegate, sul trattamento dell’ansia, della timidezza e delle fobie sociali e del loro legame con la sessualità.

Scrive in un Blog sull'Huffington Post

Contatti e Consulenza con la Dr. G. Proietti

Per appuntamenti e collaborazioni professionali: 347 – 0375949 Ancona, Terni, Civitanova Marche e via Skype
Tweets di @gproietti

Visita il nostro Canale
YouTube


Per le collaborazioni con i media visita la pagina Media e Social Media

Perché sceglierla come Terapeuta: Visita la pagina 9 ragioni per sceglierci come Terapeuti

Ultimo libro: Come vivere bene, anche se in coppia, Franco Angeli, 2016

CONDIVIDI I MIEI AGGIORNAMENTI SU FACEBOOK!
Dr. Giuliana Proietti Psicologa Psicoterapeuta Sessuologa 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *