Una buona relazione di coppia va normalmente insieme al buono stato di salute, fisica e mentale, dei partners. Al contrario, chi vive un rapporto di coppia di scarsa qualità ha dei problemi accertati, ad esempio nel funzionamento psicologico. (Umberson, Chen, House, Hopkins, & Slaten, 1996; Williams, 2003). Inoltre le persone che hanno una buona relazione di coppia tendono a vivere più a lungo.  (Coyn e, Rohrbaugh, Shoham, Sonnega, Nicklas, & Cranford, 2001), hanno un migliore funzionamento del sistema immunitario (Robles & Kiecolt, Glaser, 2003), e superano più velocemente le malattie (Kiecolt Glaser, Loving, Stowell, Malarkey, Lemeshow, Dickinson, Glaser, 2005).

La ricerca mostra inoltre che avere una relazione di coppia che non funziona, influisce sullo stato di salute, rendendolo simile a quello delle persone divorziate (ed anzi spesso superandolo). (Hawkins & Booth, 2005). Risultati simili sono stati trovati rispetto alle coppie più giovani, non sposate. (Simon & Barrett, 2010).

Sia gli uomini, sia le donne, riportano un livello minore di soddisfazione nella coppia se l’uomo si conforma alle tradizionali norme del comportamento maschile (Mcgraw, 2001), mentre un comportamento meno tradizionalista da parte dell’uomo predice una buona relazione di coppia fra gli uomini eterosessuali  (Wade & Donis, 2007).

Recentemente, Good e Sanchez (2011) hanno scoperto che gli uomini che fanno di tutto per conformarsi all’ideale sociale della mascolinità hanno dei rapporti di coppia meno soddisfacenti. Infatti, un uomo calato nel suo ruolo maschile è più ostile verso la partner (Breiding, 2004; Hayes & Mahalik, 2000), più critico nei suoi confronti (Breiding, Windle, & Smith, 2008) ed anche più chiuso nelle interazioni di coppia (Windle & Smith, 2009).

Gli uomini possono essere motivati a utilizzare i tradizionali ruoli di genere per molte ragioni: ad esempio perché pensano che gli altri approvino questi comportamenti e che se li aspettino (percezione di norme ingiuntive) o perché pensano che tutti facciano così (percezione di norme prescrittive; Cialdini, Reno, & Kallgren, 1990; Reno, Cialdini, & Kallgren, 1993).

Le norme di genere vengono in genere interiorizzate (Wood, Christensen, Hebl, & Rothgerber, 1997; Wood & Eagly, 2009): questo processo inizia nell’infanzia e prosegue nell’adolescenza, da parte dei modelli che si hanno in famiglia e fra i pari: gli uomini devono essere decisi e assertivi, le donne dolci e accudenti.

I condizionamenti nell’infanzia riguardano la scelta dei giocattoli (Lytton & Romney, 1991; Pasterski, Geffner, Brian, Hindmarsh, Brook, & Hines, 2005), la scelta dei vestiti, della pettinatura (Blakemore, 2003; Zucker, Wilson Smith, Kurita, & Stern, 1995) e nel caso non vi sia una piena aderenza al ruolo di genere si subiscono critiche sia da parte dei pari, sia da parte degli adulti.

Nelle interazioni  all’interno del piccolo gruppo, le donne assertive e dominanti vengono percepite come sgradevoli (Eagly, Makhijani, & Klonsky, 1992; Shackelford, Wood, & Worchel, 1996), e possono essere penalizzate per l’espressione dell’emozione della rabbia (Brescoll & Uhlmann, 2008).

Al contrario, comportarsi in modo non assertivo  può costare agli uomini la loro reputazione sociale (Anderson, John, Keltner, & Kring, 2001), ed anche la carriera (Rudman, 1998).
Le norme di genere dunque mantengono ancora le differenze fra i sessi dettando le regole dei comportamenti (Eagly, 1987; Eagly & Wood, 1991; Wood & Eagly, 2010), e queste norme vengono spesso interiorizzate (Wood et al., 1997; Wood & Eagly, 2009) al punto di essere applicate senza una reale volontà di scelta.

La ragione per cui, nell’età adulta, uomini e donne si conformano alle nome di genere è per evitare le potenziali disapprovazioni sociali (Sanchez, Fetterolf, & Rudman, 2012).

Dr. Walter La Gatta

Fonte Principale:
Jonathan R. Weaver, Perceived Discrepancies in Men’s Motivations for Gender Conforming Behaviors
and Romantic Relationship Outcomes, 2014

Author Profile

Dr. Walter La Gatta
Dr. Walter La Gatta
PSICOLOGO-PSICOTERAPEUTA
Ancona - Terni

- Psicoterapie individuali e di coppia
- Sessuologia (Sessuologia Clinica, individuale e di coppia)
- Tecniche di rilassamento e Ipnosi
- Disturbi d’ansia, timidezza e fobie sociali

Studio di Ancona - Terni
per appuntamenti: 348 – 331 4908

CONDIVIDI I MIEI AGGIORNAMENTI SU FACEBOOK!
Dr. Walter La Gatta Sessuologo Psicoterapeuta - Ancona Terni

Tweets di @WalterLaGatta

Visita il nostro Canale YouTube

Per le collaborazioni con i media visita la pagina Media e Social Media

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *