Amarlo

Buongiorno, il problema tra me e il mio compagno riguarda il guardare..Ci siamo conosciuti quasi due anni fa e siamo andati a vivere insieme dopo circa due mesi di conoscenza. Lui sostiene che ogni tanto capita che io guardo e ricambio lo sguardo di altri uomini. Io sostengo di non farlo e mi sento piuttosto amareggiata del fatto che venga messa in dubbio la mia serietà; all’inizio ammetto che buttavo gli occhi in giro senza nessuna finalità ma perchè con il mio ex ero abituata a guardare insieme a lui e a commentare le persone insieme. Successivamente ho cercato di correggermi proprio per evitare fraintendimenti con il mio compagno, ma lui sostiene che a volte succede ancora. Ora io non so più chi dei due abbia ragione nel senso che a me sembra di avere un comportamento esemplare, ma lui mi descrive precisamente cio che vede ed io ci sto male perchè mi sembra di stare impazzendo non sapendo più come comportarmi quando sono in giro. Credo anche che il mio fidanzato si fidi poco di me perchè ha scoperto dettagli del mio passato che io non volevo che sapesse: ho gestito xxxx (omissis) circa dieci anni fa, ho avuto incontri sessuali con persone del mio stesso sesso e ho avuto disturbi alimentari per diversi anni. Per questi, su suggerimento del mio compagno, ho seguito un percorso psicologico nonostante ne fossi già uscita, e la psicologa che mi ha seguita ha riscontrato solo un livello di autostima un pò basso. Non volevo che il mio fidanzato conoscesse questa parte della mia vita perchè volevo una vita nuova dove non fossero presenti e conosciute le “sporcizie” del mio passato..spesso gli dico che non ho bisogno di guardare poichè ho già provato tutto ciò che potevo provare sessualmente parlando e sono soddisfatta ora di avere lui e solo lui..Per questo vorrei una sua opinione per risolvere questo problema, poichè amo molto il mio compagno e non voglio assolutamente perderlo

Grazie
M.

Gentilissima,

Credo anzitutto che il proprio passato non possa e non debba essere cancellato. Lei non avrà mai stima di sé fino a quando non riprenderà in mano quella parte della sua vita e non cercherà di comprendere le ragioni per cui ha avuto bisogno e desiderio di viverla in modo “spericolato”. Non le chiedo di giustificarsi, ai suoi stessi occhi, ma almeno di comprendersi, di provare a perdonarsi. Oggi nei Paesi civili nessuno è condannato alla pena capitale, nessuno è più condannato per tutta la vita, anche per i delitti più efferati. Anche in campo religioso, esiste da sempre la speranza del perdono divino: perché lei vuole vivere tutta la vita con questo macigno, rappresentato da sensi di colpa e di vergogna per le “sporcizie”, come lei le definisce, del suo passato? Secondo me la terapia intrapresa per i disturbi alimentari avrebbe dovuto comprendere anche una rielaborazione di questi vissuti (forse l’ha interrotta troppo in fretta?), al fine di permetterle di imparare a convivere con il suo passato.

Tutti noi siamo l’effetto delle nostre esperienze di vita, dei nostri ricordi: lei oggi non potrebbe essere quella che è, nel bene e nel male, se non avesse vissuto quelle esperienze.

Il problema dunque, con il suo attuale partner, non è secondo me il suo passato, ma la sua tendenza ad oscurarlo, a rimuoverlo, a negarlo, come se non fosse esistito. Probabilmente una maggiore sincerità non avrebbe fatto venire al suo uomo i dubbi che ha su di lei. Provi dunque a mostrarsi una persona di fiducia, gli dimostri con i fatti che può meritarla.
E’ possibile anche che il suo partner abbia a sua volta delle insicurezze profonde che lo portino a dubitare di sé: credo che una terapia di coppia potrebbe molto aiutarvi per ridefinire il vostro rapporto e per stabilire i confini che ritenete utili per mantenerlo saldo e durevole.

Con molti auguri,

Dr. Giuliana Proietti

Immagine:
Matisse, Nudo Blu

Dr. Giuliana Proietti on BloggerDr. Giuliana Proietti on EmailDr. Giuliana Proietti on FacebookDr. Giuliana Proietti on GoogleDr. Giuliana Proietti on LinkedinDr. Giuliana Proietti on Twitter
Dr. Giuliana Proietti


● Psicologa-psicoterapeuta (attività libero-professionale in Ancona e Terni)
● Responsabile scientifico del sito www.psicolinea.it
● Saggista e Blogger
● Collaborazioni professionali ed elaborazione di test per quotidiani e periodici a diffusione nazionale
● Conduzione seminari di sviluppo personale
● Attività di formazione ed alta formazione presso Enti privati e pubblici
● Esperienza in psicologia del lavoro (Orientamento e Selezione del Personale)
● Co-fondatrice dei Siti www.psicolinea.it, www.clinicadellacoppia.it, www.clinicadellatimidezza.it e delle attività loro collegate, sul trattamento dell’ansia, della timidezza e delle fobie sociali e del loro legame con la sessualità.

Scrive in un Blog sull'Huffington Post

Contatti e Consulenza con la Dr. G. Proietti

Per appuntamenti e collaborazioni professionali: 347 – 0375949 Ancona, Terni, Civitanova Marche e via Skype
Tweets di @gproietti

Visita il nostro Canale
YouTube


Per le collaborazioni con i media visita la pagina Media e Social Media

Perché sceglierla come Terapeuta: Visita la pagina 9 ragioni per sceglierci come Terapeuti

Ultimo libro: Come vivere bene, anche se in coppia, Franco Angeli, 2016

CONDIVIDI I MIEI AGGIORNAMENTI SU FACEBOOK!
Dr. Giuliana Proietti Psicologa Psicoterapeuta Sessuologa 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *